Un record che regge da 32 anni Ci siamo: Granit Xhaka raggiunge il leggendario Heinz Hermann

bfi

15.10.2023

A San Gallo, contro la Bielorussia, la fascia da capitano della Nazionale svizzera sarà sul braccio di Granit Xhaka. Per lui si tratterà della 118esima partita con la selezione rossocrociata. Un record che condividerà con il leggendario Heinz Hermann.

bfi

15.10.2023

Hai fretta? blue News riassume per te

  • Domenica a San Gallo, in occasione della sfida tra Svizzera e Bielorussia, valida per le qualificazioni a Euro 2024, Granit Xhaka totalizzerà 118 presenze con la maglia della Nazionale.
  • Il capitano eguaglierà così il record di Heinz Hermann, che regge dal lontano 1991.

Domenica sera, in campo contro la Bielorussia, ci sarà anche Granit Xhaka.

Non sarà una partita qualunque per il capitano, ma bensì si tratterà della sua 118esima partita con la maglia della Nazionale rossocrociata. Tante, tantissime presenze. Nessuno ne ha totalizzate più di lui.

Solo un giocatore, ne ha disputate lo stesso numero: 118.

Si tratta di Heinz Hermann, il cui record di presenze con la Nazionale resiste dal 1991.

Ricordiamo Heinz Hermann, prima del passaggio di testimone

Nato a Zurigo nel 1958, Hermann ha iniziato la sua carriera da professionista nella formazione più in vista della città, il Grasshoppers. Con le Cavallette il centrocampista dai capelli lunghi e biondi ha disputato 213 partite, vincendo quattro campionati svizzeri.

L'angelo biondo viene eletto calciatore dell'anno per cinque volte consecutive.

Heinz Hermann (destra) con la maglia del Grasshoppers
Heinz Hermann (destra) con la maglia del Grasshoppers
KEYSTONE

In anni in cui il calcio svizzero era di seconda fascia, a livello continentale, cominciarono ad arrivare offerte dall'estero per lo zurighese. Non si può non ricordare che in quel periodo, nei grandi campionati europei, non si guadagnava molto di più che in Svizzera.

È per questo motivo che il tedesco Uli Stielike passò direttamente dal Real Madrid al Neuchâtel Xamax, Karl-Heinz Rummenigge lasciò l'Inter per vestire la maglia del Servette, il divino Giancarlo Antognoni barattò la Fiorentina per il Losanna, e Marco Tardelli - quello dell'iconico urlo a Spagna '82 - concluse la sua carriera a San Gallo.

Nel 1988 Heinz Hermann (sinistra) e Uli Stielike si laureano campioni svizzeri con lo Xamax.
Nel 1988 Heinz Hermann (sinistra) e Uli Stielike si laureano campioni svizzeri con lo Xamax.
KEYSTONE

Fu in questo periodo storico particolare per il calcio elvetico, che l'allora presidente del Neuchatel Xamax, Gilbert Facchinetti, oltre a Stielike si portò a casa anche Heinz Hermann - negandolo al resto d'Europa. Con lo Xamax il biondo di Zurigo vincerà altri due campionati e la Coppa svizzera.

Con la Nazionale ha segnato 15 reti e mai ha partecipato alla fase finale della Coppa del Mondo.

Il capitano della Nazionale svizzera Heinz Hermann (destra) stringe la mano al suo controparte italiano, Giuseppe Bergomi. Era il 31 marzo del 1990. Hermann disputò la sua partita numero 117 con la casacca rossocrociata, la Svizzera perse 1:0.
Il capitano della Nazionale svizzera Heinz Hermann (destra) stringe la mano al suo controparte italiano, Giuseppe Bergomi. Era il 31 marzo del 1990. Hermann disputò la sua partita numero 117 con la casacca rossocrociata, la Svizzera perse 1:0.
KEYSTONE