« Il rigore, che non c'era, ha cambiato tutta la partita»

bfi

18.9.2019

Scambio di complimenti al termine della sfida
Keystone 

Il vincitore Carlo Ancelotti e lo sconfitto Jürgen Klopp dicono la loro al termine della sfida di Champions al San Paolo di Napoli. 

Partiamo con le parole dell'ospite, che ha lasciato la città partenopea con le ossa rotte, nonostante - come dice lui stesso - la buona prestazione dei suoi giocatori. 

La sfida è rimasta a lungo sullo zero a zero, con un paio di ottime occasioni da entrambe le parti ottimamente annientate dai due estremi difensori. Poi, all'82esimo il Napoli ha benficiato di un rigore trasformato da Mertens per passare in vantaggio e chiudere infine il risultato con la rete dell'ex Tottenham Llorente. 

Klopp: «Il rigore ha cambiato la partita»

Inizialmente Klopp ha espresso la sua rabbia sul rigore concesso al Napoli per atterramento di Callejon, il quale, secondo il coach tedesco dei Reds si era lasciato vistosamente andare a terra. 

«Questo è stato l'episodio che ha cambiato la partita», ha detto Klopp.

«Mi spiace, ma se un giocatore cade prima del contatto non può esserci rigore. Potrei dire molte cose a proposito, ma darei l'impressione di essere un cattivo perdente. »

'Klopp crede che la sua squadra non meritasse la sconfitta'

Il tecnico tedesco del Liverpool si sofferma ancora sull'episodio chiave dell'incontro.

«Se lo si guarda di nuovo, si capisce che la decisione presa è stata un errore. Nonostante la VAR alla fine è sempre ancora l'uomo che decide, e l'essere umano a volte commette degli errori.» 

Klopp concorda sul fatto che ora non si può più far nulla se non accettare la decisione dell'arbitro e il verdetto del campo.

Il coach del Liverpool è soddisfatto della prestazione fornita dalla sua squadra, anche se gli lascia un po' di frustrazione l'inabilità dei suoi di non essere riusciti a mettere il pallone in rete dopo essersi creati delle ottime occasioni. 

«Il Napoli potrebbe vincere la Champions League quest'anno», ha infine concluso Klopp. 

Ancelotti: « Abbiamo giocato veramente bene»

A fine partita Carlo Ancelotti ha avvicinato il suo rivale Jürgen Klopp dicendogli: «Non preoccuparti, perdi a Napoli ma poi vinci la Champions.» 

I due allenatori si stimano, si capisce, anche dallo scambio di complimenti e ringraziamenti.

«Ringrazio Klopp per aver detto che quest'anno possiamo vincere la competizione anche se la strada è ancora lunga. - Ha continuato il tecnico del Napoli - Noi dobbiamo solo pensare a passare la fase a gironi. »

« Abbiamo giocato bene. Dobbiamo abituarci a leggere i diversi momenti della partita e agire di conseguenza; quando il Liverpool aveva il controllo della palla ci siamo difesi bene, creandoci anche delle opportunità da rete.» 

In merito al rigore concesso al Napoli, Ancelotti ha detto: «Quando sembrava che tutto fosse perso e il Liverpool aveva iniziato a controllare la partita sono arrivate due reti da circostanze alquanto bizzarre.» 

«Il rigore? Da dov'ero io sembrava ci fosse, ma non voglio entrare in questo genere di argomenti.» 

Napoli 2, Liverpool 0. 

Tornare alla home pageTorna agli sport