Immagini sorprendenti Le forti piogge non hanno fermato il calcio in Romania e Ucraina 

bfi

6.11.2023

Il fine settimana è stato molto piovoso in gran parte dell'Europa. Nonostante ciò diverse partite di calcio sono state giocate su campi da gioco davvero zuppi d'acqua. Guadate voi stessi.

bfi

6.11.2023

Hai fretta? blue News riassume per te

  • Nel campionato di terza divisione in Romania, la sfida tra Dacia Unirea Braila e Olimpia Ramnicu Sarat è stata giocata nonostante la tantissima acqua presente sul campo da gioco.
  • Anche in Ucraina, si è giocata una sfida del massimo campionato su di un campo davvero inzuppato.

Se il pallone non rimbalza, significa che ha piovuto troppo e di conseguenza il campo è impraticabile per una partita regolamentare di calcio.

Regola semplice e conosciuta.

In Romania invece, sembra che i criteri da rispettare per giudicare un campo praticabile siano leggermente diversi.

Nonostante la pioggia battente, infatti, la partita tra Dacia Unirea Braila e Olimpia Ramnicu Sarat, valida per il terzo campionato rumeno, è stata giocata. 

Hanno vinto gli ospiti, per 4-1, e hanno poi festeggiato in campo, gettandosi nella gigantesca pozzanghera nella quale hanno giocato.

Le piogge battenti che hanno sferzato l'Europa nel corso della scorsa settimana e durante il fine settimana non hanno risparmiato nemmeno l'Ucraina, dove si è tornati a giocare a calcio.

Anche a Minaj l'acqua non è mancata, anche se ciò non ha fermato la partita di Premier Liga ucraina tra i padroni di casa e il Worskla Poltawa.

La partita è terminata con il risultato di 0-0, e, vedendo le immagini, si può anche capire perché.