Messi soffre il freddo e la neve di Parigi

bfi

7.12.2021

epa09622113 Paris Saint Germain's Lionel Messi during the warm-up before the French Ligue 1 soccer match between RC Lens and Paris Saint-Germain (PSG) in Lens, France, 04 December 2021. EPA/CHRISTOPHE PETIT TESSON
 Lionel Messi, 34 anni, da alcuni mesi veste la maglia del PSG.
KEYSTONE

Secondo Luis Suarez, suo ex compagno di squadra al Barcellona, Lionel Messi sta soffrendo in campo con la maglia del PSG a causa delle temperature nella capitale francese. 

bfi

7.12.2021

Dal 2014 al 2020 sono stati compagni di squadra al Barcellona, micidiali terminali delle diverse compagini catalane. Le loro strade si sono poi separate, ma la profonda amicizia che li legava continua, nonostante oggi uno giochi e Parigi e l'altro a Madrid. 

L'argentino, dopo aver lasciato il Barcellona per il PSG, non ha ancora ritrovato lo smalto dei tempi migliori: nove le partite disputate in Ligue 1 e una sola rete segnata.

Nonostante l'inizio difficile lontano dalla sua Barcellona, Messi è stato comunque premiato con il Pallone d'Oro 2021, il settimo in carriera, accompagnato da diverse polemiche.

L'amico Luis Suarez ha invece lasciato il Barca un anno prima, per accasarsi all'Atletico Madrid. Nella capitale spagnola, con i Colchoneros, l'uruguayano non ha perso la sua vena realizzativa: 28 reti segnate in 44 partite de La Liga con la maglia dell'Atletico. 

Oltre i 650mila euro a settimana, a Parigi Leo Messi ha ritrovato Neymar, anche lui ex Barcellona. I due, insieme a Kylian Mbappé, formano un tridente d'attacco inarrivabile.

Tuttavia, nonostante il primo posto in Ligue 1, Messi ha segnato solo 1 rete nel massimo campionato francese, dimostrando di essere magari un poco in difficoltà nell'adattarsi al nuovo ambiente.

Suarez, ai microfoni di TNT Sports, ha detto che La Pulga soffre particolarmente il clima rigido invernale di Parigi.

«Leo mi ha detto che quando gioca al freddo o con la neve, soffre molto».

«Parliamo ogni giorno - ha raccontato Suarez - cerchiamo sempre di evitare le aspettative perché siamo giocatori e sappiamo come dobbiamo agire in quei momenti. Parliamo delle partite e della famiglia».

«Bisogna abituarsi a com'è il freddo lì, certo», ha concluso il Pistolero.