Le confessioni di CR7

«Perez non mi ha mai parlato col cuore. Se avessi rincorso i soldi sarei andato in Cina»

bfi

29.10.2018

CR7 a Torino ha trovato il cuore del presidente 
Keystone

Il trasferimento di Ronaldo alla Juventus della scorsa estate ha stupito molti. A France Football il portoghese si confessa parlando di Perez, della Juventus, del Pallone d'Oro e della spinosa questione 'Mayorga'.

«Per Florentino Perez sono sempre stato una questione d'affari - ha raccontato CR7 alla celebre rivista francese France Football - non mi ha mai parlato col cuore».

Già, perché il portoghese sa di aver fatto grandi cose a Madrid, di aver trascorso degli anni fantastici da protagonista che si porterà sempre dentro. Come dimenticare quattro Champions League.

«Dopo nove anni era il tempo di cambiare aria», ha amesso il portoghese, puntualizzando anche sul fatto che la scelta di Zinedine Zidane di lasciare Madrid non ha influito sulla sua. 
Ma «sentivo che all'interno del club era cambiato qualcosa nei miei confronti, soprattutto da parte del presidente. Per Perez non ero più indispensabile, ecco perché ho iniziato a pensare di lasciare Madrid e accettare la corte della Juventus».

Il sentirsi una star davvero riconosciuta, l'essere al centro del mondo, anche questi aspetti hanno influito molto sulla scelta di Cristiano Ronaldo, non certo il denaro. «Se avessi voluto inseguire ancor più soldi sarei andato in Cina dove mi avrebbero pagato cinque volte tanto. Ho scelto la Juventus perché mi ha voluto davvero».

Poi, l'obiettivo di un atleta serio e ambizioso come Ronaldo rimane lo stesso: vincere tutto, Pallone d'Oro compreso. «Penso di meritarlo e sogno di vincerlo perché sarebbe il sesto e supererei Messi».

Infine, CR7 ha voluto aggiungere qualcosa a proposito della questione extra-calcistica che lo ha visto al centro dei media internazionali, le accuse di stupro avanzate dall'americana Kathryn Mayorga.

«Ho dato spiegazioni alla mia partner, mentre mio figlio Cristiano Jr è troppo piccolo per capire certe cose. Per mia madre e le mie sorelle invece è stato un duro colpo, sono sbalordite e arrabbiate, è la prima volta che le vedo in questo stato».

Ronaldo dunque alla ricerca del cuore del suo presidente, della società e dei tifosi, che a Torino sembra aver trovato.

Tornare alla home pageTorna agli sport