Cose da pazzi: il presidente Savvidis invade il campo armato di pistola

bfi

12.3.2018

Il fuorioso presidente del PAOK entra in campo armato.
Keystone

Il presidente del PAOK Salonicco entra in campo con una pistola dopo che l'arbitro ha annullato il gol alla propria squadra.

La partita del massimo campionato di calcio greco tra PAOK Salonicco e AEK Atene era sullo 0-0 a pochi minuti dal termine, quando l'arbitro ha annullato una rete alla squadra di Salonicco; da lì è successo l'inimmaginabile.

Il presidente del PAOK, l'uomo d'affari Ivan Savvidis, in ovvio disaccordo con l'ultima decisione dell'arbitro, ha invaso il campo armato di pistola - tenuta nella fondina - e ha chiesto ai suoi giocatori di lasciare il campo in segno di protesta; poi si è diretto verso il direttore di gara minacciandolo a parole - la pistola è sempre rimasta nella fondina -:"La tua carriera finisce qui".

L'incontro è stato interrotto, il furioso presidente è stato scortato fuori dal campo dalle forze dell'ordine, ma l'incubo per la formazione dell'AEK Atene è proseguito, come riferito dal tecnico Manolo Jimenez: "Non abbiamo potuto lasciare lo spogliatoio, non avevamo l'autorizzazione."

Sulla pistola portata in campo da Savvidis, Jimenez ha raccontato di non averla vista inizialmente, "poi ce ne siamo accorti perché si è avvicinato all'arbitro facendogli vedere l'anca e la fondina. Loro volevano continuare a giocare, ma il nostro presidente si è rifiutato."

Ora la federazione greca dovrà decidere sul da farsi ... cercando di ridare al calcio quel senso di sportività e allegria che Savvidis ha tentato di rubare con un gesto davvero poco consono per un uomo di sport. 

Tornare alla home page