«Shaqiri ha un problema per la fascia da capitano? Parliamone...»

fon

6.9.2019

Shaqiri, sinistra,  ha deciso di rinunciare alle due partite della Nazionale per allenarsi con il Liverpool.
Keystone

In Irlanda la Svizzera è stata fermata sull'1:1 dai padroni di casa. Oltre dell'amarezza per i tre punti gettati al vento Capitan Xhaka ha parlato del «caso Shaqiri».

«Purtroppo ci siamo distratti una volta e abbiamo immediatamente incassato un gol stupido», così ha iniziato la conferenza stampa post match il centrocampista dell'Arsenal al termine della sfida finita in parità fra la Nazionale svizzera e quella irlandese. La delusione sul volto del Capitano è palese, soprattutto perché i rossocrociati hanno fatto la partita, ma ancora una volta hanno mancato di concretezza. 

Una volta a causa di uno scivolone, chiedere a Embolo, o semplicemente per imprecisione, vedi Haris Seferovic o Ricardo Rodriguez, la Nazionale svizzera non è riuscita a trasformare in rete le numerose occasioni createsi. Un ulteriore indizio della sterilità offensiva sono gli 11 tiri a 2 in favore degli ospiti.

Nonostante la frustrazione Granit Xhaka rimane molto positivo, «Tutto è ancora aperto. Se scendiamo in campo con un po’ più di cattiveria e concentrati, sono sicuro che la qualificazione agli Europei andrà a buon fine».

Alla domanda se l'assenza di Xherdan Shaqiri potesse essere dovuta alle attuali gerarchie in seno alla squadra, il 26enne cresciuto a Basilea ha risposto: «Se davvero il problema è per la fascia da capitano, allora possiamo sederci attorno ad un tavolo e discuterne. Siamo maturi abbastanza per poterne parlare a quattrocchi».

«Se per lui è così importante per quanto mi riguarda se la può prendere. Non ho alcun problema al riguardo», ha poi concluso il centrocampista dei Gunners.

Tornare alla home pageTorna agli sport