Uomo della provvidenza

Il ticinese che si è caricato i Tori sulle spalle

bfi

29.4.2022

Dario Simion von Zug beim Eishockey Qualifikationsspiel der National League zwischen dem EV Zug und dem HC Lugano am Dienstag, 25. Januar 2022 in Zug. (KEYSTONE/Urs Flueeler).
Dario Simion 
KEYSTONE

Allo Zugo è riuscita l'impresa impossibile di ribaltare la serie finale dopo essere stato sotto 3-0. L'uomo più in forma dei neo campioni svizzeri è stato senza ombra di dubbio Dario Simion.

bfi

29.4.2022

Stagione 2009-2010, tra le fila del Lugano Under 17 giocava un certo Dario Simion che confezionò 40 punti in 20 partite. Sulle alpi grigionesi qualcuno sussurrò il suo nome ad Arno del Curto che nel 2014 lo portò a Davos.

A Davos vince il titolo

Nella sua prima stagione con gli stambecchi, spronato dal mago di St.Moritz, il ragazzo della Vallemaggia segnò 13 reti in Regular Season. Nei Playoff, quell'anno, Simion iniziò a far vedere che quando la pressione sale lui cresce con lei: 9 punti in 15 gare, e il Davos vince il titolo svizzero.

Gregory Hofmann, Mitte, und Dario Simion, links, jubeln mit dem Pokal im Playoff-Finalspiel der National League A zwischen den ZSC Lions und dem HC Davos am Samstag, 11. April 2015, im Hallenstadion in Zuerich. (KEYSTONE/Ennio Leanza)
2015. Dario Simion (sinistra) già compagno di Gregory Hofmann
KEYSTONE

A Zugo regala il secondo titolo della storia

Passano le stagioni e il valmaggese rimane su ottimi livelli, tanto che il velleitario Zugo lo porta via dai Grigioni. Nella stagione 2020-2021 il ragazzone ticinese fa segnare 45 punti in 50 partite di Regular Season, nei Playoff la sua luce diventa abbagliante: 12 punti (9 reti) in 13 gare, e lo Zugo si laurea campione svizzero.

Jubel bei Zugs Dario Simion und Zugs Jan Kovar, von links, nach dem Tor zum 1-0 im Spiel gegen Servettes Tanner Richard, rechts, im ersten Eishockey Playoff-Finalspiel der National League zwischen dem EV Zug und Geneve-Servette HC am Montag, 3. Mai 2021, in der Bossard Arena in Zug. (KEYSTONE/Alexandra Wey)
Dario Simion (sinistra) a segno contro il Ginevra nella finale dello scorso anno
KEYSTONE

Campionissimo schivo

Così, tra i vari campionissimi Hofmann, Djoos, Kovar, Zehnder, Klingberg, Hansson e Herzog nei Playoff 2022 ecco che l'uomo della provvidenza nella serie finale iniziata malamente - sotto per 3-0 - è proprio il 27enne defilato ragazzone della Vallemaggia.

Dario Simion ha finora messo a referto 11 punti nelle 13 sfide di playoff disputate fin qui dai tori, di cui sei reti.

Tripletta importantissima

Tre di queste sono state segnate in gara-5, vinta dallo Zugo per 4-1. Una tripletta importantissima quella di Simion, in quanto ha permesso ai suoi di rimanere in corsa rilanciando la sfida a Zurigo, stasera. Tre reti che sicuramente hanno ridato fiducia alla truppa di Tangnes e forse hanno scalfito le sicurezze dei Lions, che sembravano lanciati verso un successo inaspettato per la sua velocità.

La rete che vale un titolo svizzero

Domenica sera a Zugo, in gara-7, il ticinese è stato di nuovo decisivo. Suo il winning goal (2-1) e la rete a porta vuota a poco meno di un minuto dal termine della contesa che ha liberato la felicità del pubblico di Zugo.

Dario Simion ha terminato così la serie Playoff con 14 punti totalizzati in 15 gare, di cui otto reti, e lo Zugo si è laureato campione svizzero per la terza volta nella sua storia. 

L'attaccante più prolifico

Così, con otto gol all'attivo in questi Playoff, il ticinese è il giocatore della formazione di Tangnes ad aver segnato di più, mettendo in ombra i vari Djoos e Hofmann. Numero e onorificenze portate con la disinvoltura dei grandi, senza far troppo rumore.