Ambrì e Lugano

Stranieri, da una parte pochi dall'altra tanti e acciaccati 

bfi

5.11.2019

Luca Cereda, sinistra, e Sami Kapanen hanno le loro difficoltà con la situazione stranieri delle rispettive compagini.
Keystone

Se dalle parti di Ambrì è appena arrivato un attaccante per supplire a due stranieri infortunati, il Lugano perde Othamaa e rimane con tre soli stranieri.

Lugano, stranieri che vanno e vengono

Prima l'addio di Spooner, inaspettato, poi a Lugano è arrivato anche quello di Atte Othamaa. Il finlandese aveva firmato fino al 3 di novembre con possibilità di prolungamento... così non è stato.

Arrivato a inizio stagione come quinto straniero - da qui le prime incomprensioni tra il club e Ryan Spooner - il difensore è diventato da subito una pedina inamovibile per Kapanen. Il campione del mondo Atte Ohtamaa ha però chiuso sabato sera contro il Bienne la sua avventura stagionale con il Lugano.

Qualcuno dice che il richiamo della KHL fosse troppo forte. Il roccioso difensore della nazionale finlandese ha dunque deciso di partire senza far saper ancora dove andrà a finire.

Intervistato dalla RSI al termine della sua ultima sfida con i colori del Lugano Othamaa ha ammesso che, «È più dura di quanto pensassi lasciare una squadra che a mio modo di vedere ha grandi potenzialità. Sono sicuro che a fine campionato questo spogliatoio sarà dove vuole arrivare».

Capitolo chiuso quello di Ohtamaa con il Lugano? A detta dello stesso difensore finlandese non si può dire. «Non sai mai cosa riserva il futuro».

Infine delle parole di elogio e ringraziamento verso il club che lo ha accolto per due mesi: «Ho apprezzato molto questo club, il modo in cui trattano le persone. Sono stati due mesi splendidi della mia vita».

Il Lugano si trova ora con tre stranieri, anche se Paul Postma ha già iniziato da tempo ad allenarsi dalle parti della Resega. L'ufficialità della firma del canadese proveniente dalla KHL non c'è ancora... affaire à suivre. 

Ambrì e i suoi tanti stranieri

Intanto anche l'Ambrì ha i suoi grattacapi con gli stranieri.

I biancoblù si sono appena portati a casa un vecchio volpone della NHL, uno che ha giocato più di 800 partite nel massimo campionato di hockey nordamericano. Scottie Upshall giocherà con la maglia dell'Ambrì almeno fino a quando non rientreranno gli infortunati Sabolic e Novotny. 

Anche dopo la partenza del portiere Dominik Hrachovina che venerdì sera ha giocato la sua ultima partita in biancoblù, sono tanti gli stranieri che figurano sul tabellino dell'Ambrì: il portiere Ostlund, il difensore Plastino, gli attaccanti Flynn, Novotny, Sabolic, D'Agostini e ora si aggiunge anche la nuova ala Upshall. 

«Per me questa è una grande opportunità - ha detto il nuovo arrivato canadese - perché non a tutti viene data la possibilità di giocare in Svizzera. Cercherò di ripagare la fiducia che mi è stata data portando sul ghiaccio tanta energia e tutte le mie qualità».

Tornare alla home pageTorna agli sport