Il colosso cubano che siede sul trono olimpico da ben 13 anni

bfi

3.8.2021

Cuba's Mijain Lopez Nunez gestures after winning against Turkey's Riza Kayaalp during the semi-final round of the men's 130kg Greco-Roman wrestling match at the 2020 Summer Olympics, Sunday, Aug. 1, 2021, in Chiba, Japan. (AP Photo/Aaron Favila)
Il colosso cubano Mijain Lopez Nunez vincitore dell'oro olimpico nella lotta greco-romana categoria 130 kg.
KEYSTONE

Il colosso cubano Mijain Lopez Nunez è ancora re incontrastato della lotta greco-romana (130kg) e diventa il primo uomo a vincere il quarto oro in quattro Olimpiadi diverse. 

bfi

3.8.2021

38 anni, 198 centimetri di altezza, 131 chilogrammi di massa e lo sguardo fiero che incarna gli occhi di tutta una nazione.

Si chiama Mijain Lopez Nunez, colui che dopo aver conquistato la medaglia d'oro nella lotta greco-romana categoria 130 kg non ha potuto contenere la sua gioia: il cubano ha fatto ciò raggiunto ciò che nessun uomo aveva mai fatto prima. Il più grande lottatore della categoria super pesanti ha vinto la sua quarta medaglia d'oro consecutiva ai suoi quarti giochi olimpici.

Il sangue, il sudore  di decenni di formazione, l'orgoglio e la gioia sono eruttati dal colosso nella Makuhari Messe Hall di Tokyo, ieri, due agosto 2021.

C'era solo un uomo che avrebbe potuto fermare la nuova ascesa al torno del re, ed era in piedi proprio accanto a lui, Iakobi Kajaia, 27 anni, campione europeo che a Rio 2016 aveva raggiunto i quarti di finale. Ma Lopez Nunez era determinato a non rinunciare alla corona olimpica che indossava già da 13 anni: oro nel 2008 e ancora nel 2012 e 2016. E lo ha fatto con lo stile che si addice ad un regnante, senza concedere un punto - proprio come ha fatto per tutto il torneo-.

Si è trattato di una vera lezione magistrale di lotta greco-romana, una di quelle sfide che per decenni i cadetti di questa disciplina guarderanno in compagnia dei propri allenatori.

Dopodiché l'arena - nonostante i pochi presenti - è esplosa al suono della campana finale. Lopez Nunez ha allora afferrato la bandiera cubana e insieme al suo storico allenatore l'hanno sventolata euforici, ebbri di gioia.  insieme al suo allenatore euforico.

Durante il suo percorso in Giappone Lopez Nunez ha dapprima spazzato via il rumeno Alin Alexuc Ciurariu 9-0 e l'iraniano Amin Mirzazadeh 8-0. Il cinque volte campione del mondo e campione panamericano in carica in semifinale ha poi affrontato il suo eterno rivale, con il quale ha dato vita a numerose intense gare di finale, il turco Riza Kayaalp (31 anni). Il turco, campione del mondo in carica, è uno dei pochi lottatori ad aver battuto il colosso cubano, nella finale mondiale del 2015.

Cuba's Mijain Lopez Nunez celebrates after winning the gold medal during the men's wrestling Greco-Roman 130-kg competition at the 2016 Summer Olympics in Rio de Janeiro, Brazil, Monday, Aug. 15, 2016. (AP Photo/Markus Schreiber)
Mijain Lopez Nunez dopo aver vinto l'oro olimpico a Rio 2016
KEYSTONE

Lopez Nunez ha annunciato che si ritirerà dalle competizioni dopo Tokyo 2020, ma la sua eredità vivrà... così come la sua corona, che  il cubano indosserà per altri tre anni fino a quando un nuovo campione di lotta greco-romana (130kg) prenderà il suo posto a Parigi 2024.

L'impressionate medagliere personale di Mijain Lopez Nunez
wikipedia

La lottatrice giapponese di freestyle, Kaori Icho, è stata la prima donna a vincere quattro medaglie d'oro (individuali) in quattro giochi olimpici nel 2004, 2008, 2012 e 2016.