Cosa Peng

La tennista ricompare in breve video con Yao Ming

SDA

19.12.2021 - 17:29

Le reali condizioni della campionessa di doppio restano avvolte nel mistero.
Le reali condizioni della campionessa di doppio restano avvolte nel mistero.
Keystone

Un nuovo filmato della star del tennis cinese che a inizio novembre ha denunciato abusi sessuali dall'ex vicepremier Zhang Gaoli, è stato postato oggi su Twitter da una giornalista del Global Times, tabloid del Quotidiano del Popolo.

SDA

19.12.2021 - 17:29

Mentre permangono i timori internazionali sulla sorte dell'atleta, Qingqing Chen ha scritto di aver ricevuto da un «amico» un breve video e una foto di Peng – la cui autenticità è difficilmente verificabile – relativi a un evento per promuovere lo sci di fondo a Shanghai: nel primo, di pochi secondi, Peng sembra parlare con l'icona del basket cinese Yao Ming; nella seconda, l'ex numero uno del ranking mondiale di doppio è in posa con Yao, altre due figure sportive cinesi di primo piano, quali la campionessa olimpica di vela Xu Lijia e il giocatore di ping-pong in pensione Wang Liqin.

I quattro sono in posa in piedi accanto a uno striscione del «FIS Cross-Country Skiing China City Tour» con il caratteristico e riconoscibile ponte Yangpu sullo sfondo, a Shanghai. Secondo la Cgtn, il network in lingua inglese del canale statale Cctv, l'evento si è tenuto sabato.

Peng, ex campionessa di 35 anni di doppio di Wimbledon e di Parigi, si è rivolta ai social media cinesi per affermare che l'ex vicepremier Zhang Gaoli, 75 anni, l'aveva costretta a fare sesso nel corso di una relazione durata anni. Il post, subito rimosso dalla censura, è sopravvissuto come screenshot rimbalzando sui social e Twitter fino a diventare un caso mondiale.

La Women's Tennis Association (Wta), l'associazione del tennis professionistico femminile, ha chiesto un'indagine indipendente e trasparente sulle accuse di Peng, annunciando a inizio dicembre il clamoroso stop a ogni attività in Cina e a Hong Kong, temendo per la sicurezza di Peng.

L'atleta ha anche partecipato a fine novembre a una videochiamata di 30 minuti con Thomas Bach, a capo del Comitato olimpico internazionale, che ha fornito un resoconto considerato dai critici lacunoso.

SDA