«È difficile essere il migliore della storia se non lo sei della tua epoca»

bfi

3.12.2020

MELBOURNE, AUSTRALIA - JANUARY 30: Novak Djokovic of Serbia walks past Roger Federer of Switzerland during change of ends in their Men's Singles Semifinal match on day eleven of the 2020 Australian Open at Melbourne Park on January 30, 2020 in Melbourne, Australia. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)
Roger Federer (sinistra) e Novak Djokovic a Melbourne in questo 2020
Getty Images

Secondo l'ex campione Pat Cash il migliore tennista di quest'epoca è Novak Djokovic, anche se preferisce guardare Roger Federer. 

Alla fine di questa particolarissima stagione Roger Federer e Rafael Nadal sono in parità per numero di Grand Slam vinti (20), tre in più del serbo Novak Djokovic.

Djokovic ha sprecato le sue due possibilità di colmare il divario con i suoi due rivali di sempre, prima agli US Open e poi al Roland Garros.

La stagione 2020 ha visto consumarsi solo tre tornei del Grande Slam - Wimbledon non si è giocato - e tre diversi vincitori: oltre a Djokovic (Australian Open) e Rafael Nadal (Roland Garros) c'è stata la vittoria di Dominic Thiem (US Open).

Il più grande tennista di sempre

Se le racchette sono ferme, continua invece la sfida infinita tra Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic per stabilire chi è il «più grande di sempre». 

Molti sono i campioni che di tanto in tanto si esprimono a riguardo, diverse sono le opinioni e i punti di vista.

Cash non ha dubbi: è Novak Djokovic

Stavolta tocca all'ex campione australiano Pat Cash, vincitore a Wimbledon nel 1987. 

Cash ritiene che a fine carriera Novak Djokovic vincerà più tornei del Grande Slam di Federer e Nadal, inoltre, è convinto che terminerà la sua carriera con il titolo di «più grande giocatore di tutti i tempi».

Il 55enne australiano ha detto che il serbo può battere i suoi più grandi rivali sulle loro superfici preferite, e per questo motivo Djokovic finirà  davanti a Roger e Rafa.

Pat Cash of Australia makes a backhand return against Boris Becker during their Men's Singles match at the Wimbledon Lawn Tennis Championship on 2nd July 1990 at the All England Lawn Tennis and Croquet Club in Wimbledon in London,England. ( Photo by Bob Martin/Getty Images)
Pat Cash a Wimbledon nel 1990 
Getty Images

Grande inizio di stagione del serbo

Il serbo era partito alla grande nel 2020, vincendo 18 partite di fila tra ATP Cup, Australian Open e Dubai, prima di essere fermato dalla pandemia.  L'attuale numero 1 aveva poi trascorso i sei mesi successivi tra Belgrado e Marbella, lavorando duramente sul suo gioco e continuando a giocare come  ad inizio stagione.

Inoltre, il serbo ha vinto il suo 35esimo torneo Master trionfando ai Masters 1000 di Cincinnati. Agli US Open era arrivato da favorito ma la sua avventura a New York è stata interrotta anzitempo a causa di una squalifica subita nel corso della sfida contro lo spagnolo Pablo Carreno Busta. Tornato in Europa Djokovic ha conquistato il Masters 1000 di Roma, il 36esimo della carriera.

A Parigi non si passa

Alla ricerca della secondo Grand Slam stagionale, agli Internazionali di Francia, il serbo ha dovuto inchinarsi in finale al re di Parigi, quel Rafael Nadal che vincendo il Roland Garros per la tredicesima volta in carriera ha raggiunto quota venti eguagliando il primato di Roger Federer.

«Preferisco guardare Federer ...»

«Se devo scegliere chi mi piace di più guardare, dico Roger Federer, poi Rafael Nadal», ha confessato Pat Cash.

«... ma il giocatore migliore per me è Djokovic»

«Ma se devo scegliere il giocatore migliore, allora dico Novak Djokovic; su questo non ho dubbi. È un mostro, capace di battere i più grandi rivali sulle loro migliori superfici. Molti dicono che Federer sia il miglior giocatore di sempre, ma secondo me è il secondo del suo tempo. È difficile essere il migliore della storia se non lo sei almeno della tua epoca», ha chiosato l'australiano, che rilancia così l'interminabile discussione.

Tornare alla home pageTorna agli sport