Federer: «US Open? Devo ancora lavorare duro»

fon

16.8.2019

Roger Federer non è ancora pronto per affrontare al meglio il finale di stagione.
Getty

Sconfitto con grande sorpresa dal giovane russo Andrey Rublev già agli ottavi di finale al torneo di Cincinnati Roger Federer ha ammesso di dover ancora sudare parecchio in allenamento per farsi trovare pronto al via dell'ultimo torneo stagionale del Grande Slam.

«Se gioco contro Rafael Nadal o Novak Djokovic, a grandi linee so come giocheranno o cosa sono in grado di fare - ha raccontato il renano al termine della bruciante sconfitta - se invece affronto un giocatore che non ho mai incontrato prima, beh, possiamo dire che in questo caso ha un piccolo vantaggio dalla sua. Per vincere tuttavia non basta, si deve giocare in modo intelligente: trovare gli angoli, le linee e non perdere la concentrazione quando ci si trova davanti nel punteggio. Proprio quello che ha fatto Rublev. Oggi ha disputato una partita magistrale, un’eccellente prestazione».

Dall’alto dei suoi 21 anni passati sul circuito King Roger ha sempre avuto un occhio di riguardo per le giovani leve, diverse le ha viste trasformarsi in campioni e stabilirsi fra i migliori tennisti del mondo mentre molte altre si sono perse per strada. Del 21enne russo Roger Federer né è rimasto positivamente colpito, e nella conferenza stampa post partita non l’ha nascosto a nessuno.

«Il gioco di Rublev è stato molto pulito - ha spiegato il 38enne di Basilea - difensivamente, offensivamente e pure il servizio. Non mi ha lasciato nulla, era praticamente ovunque e non mi ha dato la possibilità di oppormi col mio gioco. Per me è stato un match molto difficile grazie alla sua ottima prestazione. Devo dire che sono rimasto impressionato… per fare meglio oggi avrei dovuto essere migliore in tutte le componenti del mio tennis».

Lo stato di forma più importante del resto

«Nonostante questa brutta sconfitta agli ottavi di finale sono contento di essere sceso in campo qui a Cincinnati - ha ammesso il 20 volte campione di un torneo del Grande Slam - naturalmente il risultato è deludente ma per me è pù importante stare bene fisicamente e non essere incappato in ferimenti di alcun tipo».

Prossima stazione... US Open

«Probabilmente mi prenderò alcuni giorni di riposo - ha poi concluso Federer - poi inizierò gli allenamenti e farò tutto il necessario per farmi trovare al meglio fra poco più di una settimana per l’inizio degli US Open. Il programma è semplice, ma devo lavorare duramente».

Tornare alla home pageTorna agli sport