US Open Medvedev lancia l'allarme: «Un giocatore morirà, vedrete»

bfi

7.9.2023

Daniil Medvedev 
Daniil Medvedev 
KEYSTONE

Daniil Medvedev ha superato il caldo torrido e un grintoso Andrey Rublev per accedere agli ultimi quattro posti degli US Open con una vittoria per 6-4 6-3 6-4. 

bfi

7.9.2023

Hai fretta? blue News riassume per te

  • Daniil Medvedev ha battuto il connazionale Rublev nei quarti di finale degli US Open.
  • Il vincitore si è lamentato per le condizioni climatiche, secondo lui, al limite del sopportabile.
  • Il vincitore degli US Open 2021se la vedrà venerdì, in semifinale, con lo spagnolo Carlos Alcaraz, numero 1 al mondo. 

Due russi opposti l'uno all'altro, in occasione del maggior torneo tennistico giocato sul suolo statunitense. Se fosse successo negli anni '80, in piena Guerra Fredda, sarebbe stato motivo di paura e di azioni di spionaggio, da parte di entrambi i blocchi.

Certo, l'incontro tutto russo non ha avuto il clamore e la drammaticità della sfida tutta americana di qualche ora prima tra Frances Tiafoe e Ben Shelton, ma lo spettacolo di due teste di serie che lottano tra loro e contro gli elementi non è stato meno avvincente.

La paura stavolta, l'ha causata uno dei grandi spauracchi dei nostri tempi: il caldo torrido.

Rublev, per la nona volta in carriera, si è scontrato con il muro dei quarti di finale di un Grande Slam. Una sconfitta resa ancora più amara dal fatto di essere stato sconfitto per mano del suo buon amico Medvedev per la seconda volta agli US Open.

In un'altra giornata di caldo estremo, con temperature intorno ai 34 gradi centigradi, è stato Medvedev a sopportare meglio di Rublev l'umidità e il caldo soffocante dell'Arthur Ashe Stadium, conquistando le semifinali di Flushing Meadows per la quarta volta in cinque anni. 

Le lamentele di Daniil Medvedev

Nonostante la vittoria, il vincitore non si è detto contento di aver giocato in condizioni così difficili: il campione del 2021 si è lamentato con la telecamera mentre si asciugava il sudore nel terzo set: «Non potete immaginare, un giocatore morirà e poi si vedrà».  

«L'unica cosa positiva che vedo in queste condizioni è che entrambi soffrono», ha detto Medvedev in conferenza stampa.

«Onestamente, alla fine del primo set non riuscivo più a vedere la palla», ha detto ancora il vincitore. «Ho giocato con le sensazioni. Ho solo cercato di andare avanti, di correre, di prendere le palle e lui ha fatto lo stesso».

Rublev parte forte, ma Medvedev sa soffrire

È stato Rublev a partitire subito forte, conquistando il break iniziale portandosi così in vantaggio per 3-0, ma Medvedev ha risposto alla grande, conquistando sei dei sette giochi successivi e portandosi a casa il primo set.

Con le condizioni brutali che impedivano a entrambi i giocatori di trovare il ritmo, le interruzioni si sono susseguite rapidamente nei due set successivi. Per due volte nel secondo set i due si sono scambiati i break prima che Medvedev riuscisse ad avere la meglio con un altro break.

Nel terzo set, un eroico Rublev, ha tentato di prolungare la gara, lottando contro quattro match point prima che Medvedev ponesse fine alla tortura al quinto tentativo.

«A volte prima dei punti pensavo "Wow sembra che non possa più correre"... ma lui è stato sempre lì e io pensavo "cavolo, quando sarà stanco?"» ha concluso Medvedev.

«Si tratta di condizioni brutali e super difficili da giocarci».

Il russo, che dovrà recuperare in fretta le tante energie spese, scenderà di nuovo in campo venerdì, opposto al numero 1 al mondo Carlos Alcaraz.