«Mi sono caricato di troppa pressione»

bfi

4.6.2020

Stafanos Tsitsipas
Getty

Il tennista greco Tsitsipas trona sui suoi passi dopo aver dichiarato di sentorsi «vicino a vincere un torneo del Grand Slam».

In occasione dell'ultima edizione della ATP Finals il 21enne greco si era sbarazzato di Roger Federer in semifinale per poi andare a vincere in tre set la finale, battendo l'austriaco Thiem in finale.

Dopo aver alzato il trofeo al cielo - il più importante vinto fin'ora in carriera -  Tsitsipas aveva dichiarato di sentirsi «vicino a vincere un torneo del Grande Slam». 

Affermazione azzardata

A mesi di distanza, nel pieno della pausa forzata dalla pandemia, il giovane tennista greco è tornato sulle sue parole.

«Guardandomi indietro, oggi, penso che questa sia stata un'affermazione troppo azzardata per essere presa sul serio», ha commentato il greco intervistato dal sito Tennis Majors.

Il numero 6 della classifica ATP non intende certo rinunciare al sogno di vincere uno dei grandi tornei.

«Certo, ci voglio arrivare, ma non dovrei parlare di queste cose, devo concentrarmi invece sul presente». 

La quarantena, la lunga pausa e la lontananza dai riflettori sembra abbia permesso a Tsitsipas di riflettere molto. 

«Mi sono messo addosso troppa pressione - ha affermato il 21enne - puntando troppo in alto, invece di procedere passo per passo. Devo tornare a pensare in maniera razionale». 

Un atto di maturità per chi, negli ultimi anni, ha fatto passi da gigante. 

L'ex numero 1 della classifica ATP junior, l'anno scorso aveva raggiunto la semifinale agli Australian Open e i quarti di finale al Roland Garros, prima di vincere le ATP Finals, appunto.

Successi che hanno forse dato un po' alla testa, in aggiunta alle parole di Novak Djokovic, il quale aveva dichiarato che secondo lui il greco sarà uno dei prossimi numero 1. 

Determinazione e consapevolezza

Tsitsipas non nasconde le sue ambizioni: «Me lo dicevo sempre, come se fosse l'unica cosa che volessi raggiungere nella vita».

Vincere un torneo del Grand Slam, come conquistare il sacro Grail.

«Devo però stare attento - ha continuato il giovane tennista biondo - perché se ci penso troppo potrebbe anche non accadere mai: quindi è meglio rilassarsi e godersi il viaggio». 

Tornare alla home pageTorna agli sport