L'intervista shock

Ullrich: «Ero quasi morto, proprio come Marco Pantani»

bfi

30.9.2021

Jan Ullrich
Jan Ullrich
KEYSTONE

Per la prima volta dal 2018 - quando fu vittima di un esaurimento nervoso - l'ex campione tedesco Jan Ullrich si è raccontato al podcast 'The move'.

bfi

30.9.2021

Jan Ullrich - al podcast di Lance Armstrong - per la prima volta da quando è stato vittima di un esaurimento nervoso nel 2018, ha raccontato di essere andato vicino allo stesso tragico destino di Marco Pantani.

L'ex campione tedesco, oggi 47enne, è appena uscito da una spirale distruttiva discendente dopo una serie di accuse di guida in stato di ebbrezza, aggressioni fisiche e dipendenza da uso di sostanze stupefacenti.

L'amicizia con l'ex rivale Lance Armstrong

Il vincitore del Tour de France del 1997 ha ora recuperato stabilità e voglia di vivere, anche grazie al suo ex eterno rivale Lance Armstrong.

È stato proprio durante un campo d'allenamento a Maiorca in compagnia di Armstrong che il tedesco ha raccontato le sue passate tribolazioni.

Come detto Armstrong e Ullrich sono stati feroci rivali durante l'apice delle loro carriere, ma il texano - spogliato dei suoi sette trionfi al Tour de France per sua ammissione sull'uso di sostanze anabolizzanti -  alcuni anni fa è andato in Germania in aiuto del ex rivale tedesco. 

24 luglio 2005: Lance Armstrong (sinistra) e Jan Ullrich davanti all'Arco del Trionfo a Parigi al termine del Tour de France
24 luglio 2005: Lance Armstrong (sinistra) e Jan Ullrich davanti all'Arco del Trionfo a Parigi al termine del Tour de France
KEYSTONE

«Ero proprio come Marco Pantani... quasi morto»

«Tre anni fa ho avuto dei grossi problemi e poi sei venuto a trovarmi. Per fortuna, in quanto ero proprio come Marco Pantani... quasi morto», ha detto Ullrich durante il podcast The Move di Armstrong, registrato a Maiorca insieme a George Hincapie e Johan Bruyneel.

Marco Pantani, il campione italiano che vinse il Giro d'Italia e il Tour de France del 1998 spesso si era scontrato con Ullrich e Armstrong prima di soffrire di disturbi mentali, dipendenza e trovare la morte per overdose di cocaina il 14 febbraio. 2004, all'età di soli 34 anni. 

Il ciclismo, l'amore, la famiglia e gli amici

«Mi sono ripreso e ho dei buoni amici, tra cui voi (Armstrong, Hincapie e Bruyneel n.d.r.) che mi hanno riportato in vita. Ora sono molto felice», ha proseguito Ullrich.

Il tedesco ha ammesso di aver perso di vista ciò che lo aiutava a sentirsi bene, e che solo uno stile di vita più sano, una nuova relazione e il ciclismo regolare lo hanno aiutato a superare i suoi problemi di dipendenza.  

«Il ciclismo fa bene. Uscire con gli amici. Amare. I miei figli. La mia famiglia. Avevo dimenticato tutto questo. Questo era il mio problema», ha detto ancora il 47enne.

Anche Ullrich, come Armstrong e Pantani, è stato coinvolto in scandali di doping - Puerto in Spagna - negli ultimi anni della loro carriera, : infine pure lui fu bandito dalle corse. 

«Ho smesso di bere alcol e di drogarmi, tre anni fa. Ora vivo in modo molto diverso, la mia ragazza cucina molto sano per me. Questo mi ha portato a ritrovare una buona forma e delle buone sensazioni».