Argovia: chieste misure dopo l'incidente a Baden 

ATS

9.8.2019 - 09:13

Le FFS utilizzano 493 convogli del tipo EW IV in tutta la Svizzera (foto d'archivio)
Source: KEYSTONE/GAETAN BALLY

Il Sindacato del personale dei treni (ZPV) chiede di non utilizzare più il tipo di vagone delle FFS coinvolto nell'incidente che è costato la vita a un capotreno di 54 anni nella notte tra sabato e domenica a Baden (AG).

Dal canto loro le FFS hanno deciso di procedere a verifiche sulle porte dei convogli. Il controllore era rimasto incastrato in una porta del treno durante la partenza dell'InterRegio dalla stazione di Baden ed è stato trascinato via. È poi morto per le gravi ferite riportate.

Questo tipo di treno, con vagoni a un piano senza pianali ribassati, deve essere immediatamente ritirato dal traffico, ha dichiarato venerdì sui giornali del gruppo CH Media il presidente dello ZPV, Andreas Menet. «Ogni vagone deve essere controllato prima di essere rimesso sui binari», ha aggiunto. Le FFS utilizzano 493 convogli del tipo EW IV in tutta la Svizzera.

FFS: nessun pericolo per i passeggeri

In 38 anni di servizio, Menet non ricorda di essere stato confrontato con un incidente simile. «Per questo è molto importante chiarire ciò che è davvero successo. Stiamo parlando di una vita umana», ha aggiunto.

Dal canto suo, il CEO di FFS Andreas Meyer ha dichiarato giovedì che tutti i treni di questo tipo saranno verificati entro dieci giorni. Se venissero ritirati dalla circolazione, le Ferrovie federali non potrebbero più garantire la gestione della rete, ha precisato.

Meyer ha sottolineato che non sussiste alcun pericolo per i passeggeri. Il personale del treno verifica se i viaggiatori sono saliti a bordo prima di ogni partenza, ha aggiunto.

La Svizzera in immagini

Tornare alla home page