Jamila e Sam al Bärenland di Arosa

Un primo momento di shock, poi i due orsi si riconoscono

Bb

8.8.2022

Il momento del riconoscimento
Il momento del riconoscimento
Screenshot video FB

Jamila e Sam, i nuovi residenti del Bärenland di Arosa, si sono reincontrati per la prima volta. I due plantigradi sono apparsi inizialmente spaventati e si sono messi in posizione di attacco, per poi annusarsi l'un l'altro poco dopo, riconoscendosi.

Bb

8.8.2022

L'orso maschio Sam, di 18 anni, e sua sorella Jamila della stessa età sono stati trasferiti dallo zoo di Skopje al Bärenland di Arosa a maggio dall'organizzazione per il benessere degli animali Four Paws.

Nelle ultime settimane i due animali hanno potuto conoscere le strutture all'aperto in modo individuale. Mentre lunedì è arrivato il gran giorno per i due plantigradi della Macedonia del Nord: quello della socializzazione.

Jamila e Sam si sono infatti incontrati direttamente per la prima volta. Sebbene i due animali siano fratelli, allo zoo di Skopje erano stati tenuti separati l'uno dall'altro.

Sam spinge Jamila da dietro

I custodi degli animali e i visitatori sono rimasti entusiasti questa mattina delle reazioni dei due animali selvatici. «Non potevamo prevedere se i due si sarebbero riconosciuti come fratelli o se avrebbero formato una gerarchia tipica degli orsi», afferma Hans Schmid, direttore scientifico della struttura grigionese.

Quando alle 10 in punto sono stati aperti i varchi di entrambi verso l'area esterna, Sam è uscito per primo, iniziando a pascolare pacificamente. Pochi minuti dopo è stata la volta di Jamila. Dando le spalle a Sam e trovandosi sotto la piattaforma dei visitatori, l'orsa si è soffermata per alcuni istanti davanti all'ingresso della sua stalla.

Ma non appena Sam ha notato sua sorella, si è mosso verso di lei a passi rapidi e l'ha spinta da dietro.

«In quel momento, Jamila si è spaventata ed è andata in posizione di attacco. Ma si è ben presto resa conto che non le sarebbe successo nulla. E così, dopo il primo momento di shock, i due animali si sono annusati l'un l'altra in modo abbastanza famigliare», ha spiegato ancora Schmid.

Prima i colpi, poi l'annusamento

La breve schermaglia con zampate innocue è stata seguita poco dopo da un'amichevole annusata. Gli orsi sembrano essersi adattarsi bene alla nuova situazione. E pare che la socializzazione sia priva di stress e famigliare per entrambi gli animali.

L'obiettivo del Bärenland di Arosa è quello di consentire agli abitanti di vivere il più vicino possibile alla natura. Ciò significa per essi di non avere un habitat separato, ma condiviso con i loro conquilini della stessa specie.

Per garantire che tutti gli orsi abbiano un luogo in cui ritirarsi in qualsiasi momento, la strategia di socializzazione prevede che ogni animale possa prima farsi un'idea del terreno naturale, ricco di strutture, da solo. Le rocce, i gruppi di alberi e le grotte del recinto esterno di quasi tre ettari offrono un riparo sufficiente.

Il ricongiungimento odierno di Sam e Jamila segna un'altra pietra miliare nella nuova vita degli orsi. Nei prossimi giorni si abitueranno l'uno all'altro e poi verranno presentati agli altri due abitanti del Bärenland, ossia Amelia e Meimo.