Lugano

Demolizione ex Macello, firmato il decreto di abbandono

Swisstxt

10.12.2021 - 09:01

Tipress

Da parte della procura non è stata identificata nessuna responsabilità penale in merito ai fatti culminati con la demolizione di parte dell’ex Macello di Lugano.

Swisstxt

10.12.2021 - 09:01

Il procuratore generale Andrea Pagani ha firmato un decreto di abbandono per i fatti culminati, alla fine dello scorso mese di maggio, nella demolizione di parte dell’ex Macello.

Questo significa che non sono state riscontrate, da parte della procura, responsabilità di tipo penale. I reati ipotizzati erano quelli di abuso di autorità, di violazione intenzionale, subordinatamente colposa, delle regole dell'arte edilizia, di infrazione alla Legge federale sulla protezione dell'ambiente e di danneggiamento.

Comunicato inviato venerdì mattina dal Ministero pubblico

«Sulla scorta di una minuziosa ricostruzione dei fatti basata su una trentina di interrogatori, su analisi chimiche dei detriti, su una perizia tecnica circa la pericolosità concreta delle sostanze nocive riscontrate, su fotografie e filmati dell’accaduto e su un attento esame di ogni atto acquisito all'incarto, non sono risultati adempiuti gli elementi costitutivi dei reati ipotizzati».

Le parti in causa hanno ora 10 giorni per decidere se appellarsi contro il decreto di abbandono.

Swisstxt