La testimonianza: «300 tentativi prima di riuscire a prenotare la vaccinazione»

SwissTXT / pab

16.1.2021 - 18:33

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
Keystone

Gli ultraottantenni ticinesi devono ascoltare centinaia di volte un messaggio registrato prima di riuscire a parlare con un operatore e riuscire a prenotare un appuntamento per farsi vaccinare contro il COVID-19.

Una situazione che infastidisce chi è obbligato a passare ore con il telefono in mano.

Giancarlo Jorio racconta, ai microfoni della RSI, di aver telefonato, con caparbietà, per un giorno e mezzo, prima di riuscire a prenotare la dose di vaccino per lui e la moglie, dopo circa 300 tentativi. Non è l'unico. La RSI fa sapere di aver ricevuto diverse segnalazioni da persone che hanno dovuto fare centinaia di tentativi prima di poter parlare con un operatore.

1'400 appuntamenti al giorno

«Da quando abbiamo aperto tutte le linee verdi, da giovedì, viaggiamo sul ritmo di quasi 1'400 appuntamenti al giorno. Sono spiacente per chi non riesce a prendere la linea, ma devo dire di insistere e di cercare di fissare un appuntamento in quanto abbiamo ancora qualche possibilità», si giustifica Ryan Pedevilla, capo della sezione del militare della Protezione della popolazione, che si occupa dell'organizzazione di chi risponde alla hotline.

Una situazione però giudicata inaccettabile dagli anziani, obbligati a fare così tanti tentativi prima di riuscire a fissare un appuntamento.

A complicare il tutto, sabato pomeriggio, un problema tecnico che ha impedito a chi telefonava di ricevere una risposta. Da domenica mattina le linee torneranno però in funzione.

Hotline aperta anche domenica

Le cifre aggiornate oggi, a linee chiuse, sul numero di appuntamenti fissati sabato dicono che ad Ascona sono state prenotate 1'337 dosi (ce ne sono ancora 600 disponibili). A Tesserete invece sono stati registrati 1'818 appuntamenti, sono ancora 120 i vaccini a disposizione.

Ricordiamo che la hotline è aperta anche domani, domenica, e che lo sarà anche quando queste dosi saranno esaurite, probabilmente già domani in giornata. Il numero verde 0800 128 128 rimarrà a disposizione per le informazioni.

Tornare alla home page