Cereda: «Probabilmente adesso inizierà il periodo dei piagnistei»

swisstxt - fon

3.1.2022

Luca Cereda dovrà probabilmente accontentarsi degli attuali stranieri presenti in squadra.
Keystone

I ragazzi di Luca Cereda sono pronti a gettarsi nella mischia dopo una pausa che dura dallo scorso 11 dicembre, ovvero da quando i leventinesi avevano piegato per 4-1 l'Ajoie a Porrentruy.

swisstxt - fon

3.1.2022

La pausa forzata ha quanto meno permesso all'Ambrì di recuperare tutti i suoi effettivi. Fora, Zwerger e Conz si sono ripresi e sono a disposizione di coach Cereda per le prossime partite: addirittura 5 nei prossimi 8 giorni.

«Questa è l'unica nota positiva, unita al fatto che tutti hanno superato questo momento senza particolari problemi fisici. Martedì a Ginevra avremo più risposte sullo stato di forma della squadra», ha spiegato l'allenatore ai microfoni della RSI.

Dopo la rescissione contrattuale con l'attaccante canadese Brandon Kozun - partito per la KHL - e il mancato accordo con Bobby Ryan - tornato in Nordamerica con la famiglia - come pensa di proseguire l'Ambrì Piotta sul fronte stranieri? «Quello che è certo è che non stiamo cercando un altro straniero a tutti costi, perché noi «a tutti i costi» non possiamo permettercelo», ha continuato l'head coach biancoblù.

«Probabilmente adesso inizierà il periodo dei piagnistei e dei calimeri - ha proseguito il bellinzonese - ma alla fine della fiera ci ritroveremo ad essere gli unici a richiedere i prestiti per salvare la baracca; e dunque saremo pure gli unici ad avere un budget ulteriormente limitato per i prossimi anni».

In vista della sfida di martedì sera contro il Ginevra Servette a Les Vernets nell'allenamento di rifinitura è stato confermato solo il blocco con Bürgler, Heim e Kneubühler, mentre Regin ha giostrato al centro di Pestoni e il rientrante Zwerger.