BNS mantiene invariati i tassi e corregge al ribasso stime PIL

es, ats

23.9.2021 - 09:58

Per il 2021 la Banca nazionale si aspetta ora una crescita dell'economia svizzera del 3% circa.
Keystone

La Banca nazionale svizzera (BNS) mantiene invariata la propria politica monetaria espansiva: il tasso guida e il tasso di interesse sugli averi a vista detenuti sui suoi conti restano al -0,75%.

es, ats

23.9.2021 - 09:58

L'istituto ribadisce inoltre la disponibilità a intervenire, se necessario, sul mercato dei cambi per contrastare la pressione al rialzo sul franco, la cui valutazione è sempre considerata elevata.

La Banca nazionale si attende che la ripresa economica in Svizzera prosegua, partendo anche dall'assunto che non sarà necessario un nuovo forte inasprimento delle misure restrittive. Per il 2021 si aspetta una crescita del prodotto interno lordo (PIL) pari al 3% circa e quindi una progressione inferiore rispetto a quanto atteso in giugno (+3,5% circa).

La revisione al ribasso è soprattutto da ricondurre all'andamento dei comparti legati al consumo, come il commercio e i servizi di alloggio e ristorazione, che è risultato meno dinamico del previsto, spiega la BNS in un comunicato diramato oggi.

In seguito al nuovo leggero aumento dei prezzi dei prodotti petroliferi e dei beni interessati da carenze nelle forniture, la BNS rivede invece leggermente al rialzo le stime per i prezzi al consumo per quest'anno e il prossimo: l'inflazione dovrebbe collocarsi per il 2021 allo 0,5% (invece dello 0,4% anticipato in giugno), per il 2022 allo 0,7% (0,6% tre mesi fa) e per il 2023 allo 0,6%.

es, ats