Borsa svizzera chiude in calo

ATS

28.8.2020 - 17:51

Ultima seduta della settimana per la Borsa svizzera
Source: KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

La Borsa svizzera ha chiuso la settimana in territorio negativo. L'indice dei titoli guida SMI ha terminato la seduta odierna con una perdita dello 0,74% a 10'164,49 punti, mentre il listino allargato SPI dello 0,75% a quota 12'675,56.

Il numero di nuove infezioni da Covid-19 continua a crescere in tutto il mondo e permangono le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Gli analisti guardano con attenzione anche al Giappone, dove oggi il capo del governo, Shinzo Abe, ha annunciato le sue dimissioni per motivi di salute.

Ieri la Federal Reserve ha affermato la disponibilità a tollerare aumenti temporanei dell'inflazione sopra al 2% pur di tenere bassa la disoccupazione, aprendo di fatto a tassi bassi per un periodo prolungato.

Per quanto riguarda le blue chip, i pesi massimi difensivi hanno chiuso sotto la linea di demarcazione: Roche (-1,01% a 313,50 franchi), Novartis (-0,99% a 78,17 franchi) e Nestlé (-1,20% a 108,86 franchi). Giornata negativa anche per i bancari UBS (-0,36% a 11,155 franchi) e Credit Suisse (-0,74% a 10,08 franchi ).

Tendenza inversa per i tre assicurativi Swiss Life (+0,43% a 372,40 franchi), Swiss Re (+0,33% a 73,58 franchi) e Zurich (+0,32% a 339,70 franchi), unici titoli del listino, assieme a Richemont (+0,50% a 60,12 franchi), a chiudere in positivo. L'altro titolo del settore del lusso, Swatch, ha invece perso lo 0,98% a 192,10 franchi.

Di seguito le flessioni dei valori particolarmente sensibili ai cicli economici: LafargeHolcim (-0,19% a 43,00 franchi), ABB (-0,43% a 23,27 franchi), Adecco (-0,12% a 47,59 franchi), Geberit (-0,68% a 522,80 franchi) e Sika (invariata a 214,20 franchi).

Tornare alla home page

ATS