Mercati azionari

La Borsa svizzera chiude in lieve rialzo 

hm, ats

2.6.2021 - 17:47

È stata una giornata borsistica senza scossoni.
Keystone

La borsa svizzera chiude in lieve rialzo – e aggiornando i suoi massimi – una seduta poco movimentata. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 11'470,35 punti, in progressione dello 0,31% rispetto a ieri.

hm, ats

2.6.2021 - 17:47

Il listino allargato SPI ha guadagnato lo 0,30%, salendo a 14'796,86 punti.

La giornata si è presentata povera di spunti, sia sul fronte interno che su quello internazionale, e con gli investitori che hanno preferito assumere un atteggiamento attendista. Stasera la Federal Reserve pubblicherà il Beige Book, la relazione periodica sullo stato della congiuntura americana, ma gli occhi sono già puntati su venerdì, quando sarà reso noto il rapporto sul mercato del lavoro Usa, molto atteso dagli analisti.

Intanto le discussioni tornano a ruotare intorno al tema dell'inflazione e a questo proposito non è passato inosservato l'aumento dei prezzi alla produzione osservato in aprile nell'Eurozona, il più marcato dal 2008. Rallegranti rimangono però nel contempo anche le prospettive di una ripresa globale: l'SMI ha così segnato un nuovo primato di fine giornata, pur non toccando il record inter-day di 11'501 punti stabilito ieri.

Per quanto concerne i singoli titoli hanno trainato il listino Novartis (+0,95% a 80,05 franchi) – che ha presentato risultati clinici positivi relativi al suo preparato Cosentyx – e Nestlé (+0,67% a 111,52 franchi), mentre si è defilato il terzo peso massimo difensivo, Roche (-0,05% a 312,45 franchi). Lonza (+0,24% a 589,40 franchi) ha annunciato un potenziamento della produzione di vaccini anti-Covid.

Non univoci sono apparsi i valori ciclici come Sika (-0,24% a 291,10 franchi), Holcim (invariata a 54,92 franchi), Geberit (+0,18% a 657,40 franchi) e ABB (+0,81% a 31,30 franchi). Nel segmento del lusso Richemont (+1,69% a 114,45 franchi) è apparsa decisamente più tonica di Swatch (-0,27% a 329,80 franchi).

La seduta si è rivelata negativa per i bancari UBS (-0,27% a 14,76 franchi) e Credit Suisse (-0,08% a 9,92 franchi), come pure per gli assicurativi Swiss Life (-0,83% a 467,10 franchi), Swiss Re (-0,53% a 86,56 franchi) e Zurich (-0,45% a 376,80 franchi).

hm, ats