La Borsa svizzera chiude in rialzo

hm, ats

21.10.2021 - 17:43

La seduta si è rivelata poco movimentata.
Keystone

La borsa svizzera chiude in lieve rialzo una seduta poco movimentata: l'indice dei valori guida SMI ha terminato a 12'039,14 punti, in progressione dello 0,22% rispetto a ieri, mentre il listino allargato SPI ha guadagnato lo 0,16% a 15'515,26 punti.

hm, ats

21.10.2021 - 17:43

Pur mostrandosi leggermente più ispirato di altre piazze continentali il mercato elvetico è sembrato a tratti essere attanagliato da dubbi e l'SMI è sceso anche temporaneamente sotto i 12'000 punti, una quota che era stata riconquistata solo ieri dopo un mese trascorso ad altitudini inferiori.

A pesare sull'umore degli investitori sono stati ancora una volta l'inflazione, l'aumento dei rendimenti obbligazionari e il rallentamento della dinamica economica globale. La stagione dei risultati aziendali ha però fornito spunti per operare su singoli titoli o comparti.

Al centro dell'attenzione figurava oggi ABB (-6,23% a 30,10 franchi), che ha pubblicato i dati trimestrali abbassando nel contempo le previsioni. Male orientati si sono rivelati anche altri valori particolarmente sensibili alla congiuntura come Sika (-0,22% a 313,10 franchi), Geberit (-0,70% a 711,00 franchi) e Holcim (-0,69% a 44,92 franchi). Nel segmento del lusso ha fatto un ulteriore passo avanti Richemont (+0,36% a 110,05 franchi), mentre in ambito tecnologico Logitech (-0,17% a 83,06 franchi) è scivolata un po' all'indietro.

Fra i bancari Credit Suisse (-0,29% a 9,59 franchi) si è difesa meglio di UBS (-0,53% a 15,94 franchi). Tutti con il segno meno hanno chiuso gli assicurativi Swiss Life (-0,37% a 484,40 franchi), Swiss Re (-0,85% a 81,72 franchi) e Zurich (-0,30% a 396,10 franchi). Nello stesso comparto finanziario si è messo per contro in luce Partners Group (+1,12% a 1575,00 franchi).

Hanno trainato il listino i pesi massimi Nestlé (+0,79% a 116,88 franchi) e Roche (+1,59% a 357,80 franchi), che ieri avevano informato sull'andamento degli affari, convincendo il primo e deludendo il secondo. Novartis (-0,22% a 77,55 franchi) è per contro scivolata all'indietro, mentre ha dato ulteriori soddisfazioni Lonza (+2,20% a 751,90 franchi).

Nel mercato allargato gli occhi erano puntati su Schindler (-5,93% a 234,80 franchi l'azione nominativa), che ha visto rallentare la crescita del giro d'affari nel terzo trimestre. Male sono state accolte anche le ultime cifre di Zur Rose (-7,69% a 360,00 franchi).

hm, ats