Borsa svizzera: chiude in rialzo, SMI +0,36%

hm, ats

26.8.2021 - 17:45

La borsa svizzera si è oggi mostrata più tonica di altri mercati continentali.
Keystone

La borsa svizzera chiude in rialzo, smarcandosi da altre piazze continentali: l'indice dei valori guida SMI ha terminato a 12'409,03 punti, in progressione dello 0,36% rispetto a ieri, mentre il listino allargato SPI ha guadagnato lo 0,33%, salendo a 15'923,10 punti.

hm, ats

26.8.2021 - 17:45

Il mercato è partito in modo negativo, ma con il trascorrere delle ore è riuscito a guadagnare terreno, rivelandosi più ispirato di altre borse europee. La giornata è stata caratterizzata da una certa letargia: nessuno vuole trovarsi scoperto in vista dell'attesa giornata di domani, quando all'incontro dei banchieri centrali di Jackson Hole (Usa) prenderà la parola il presidente della Federal Reserve Jerome Powell. Oggi hanno parlato altri esponenti dell'istituto, mostrandosi aperti al tapering, cioè alla riduzione degli acquisti di attivi operati per stimolare l'economia. Il dossier è oggetto di dibattito ormai da settimane.

Sul fronte congiunturale gli investitori hanno accolto senza scomporsi i dati dagli Stati Uniti sulle richieste settimanali di disoccupazione e la nuova stima relativa al prodotto interno lordo. Sempre caldo rimane inoltre il tema della pandemia e in particolare gli sviluppi dei contagi della variante delta del coronavirus.

Hanno funto da traino del listino i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,45% a 115,56 franchi), Roche (+0,99% a 365,75 franchi) – che ha approfittato di notizie positive provenienti dal Giappone riguardanti un cocktail anti-Covid della società partner Regeneron – e Novartis (+0,50% a 84,24 franchi). Il buon momento del comparto farmaceutico è stato testimoniato anche da Alcon (+0,95% a 74,64 franchi). Ha invece marciato sul posto Givaudan (+0,11% a 4599,00 franchi), che ha tenuto la giornata degli investitori.

Acquisti sono stati segnalati in relazione ai valori più ciclici come ABB (+0,67% a 34,34 franchi), Geberit (+0,95% a 765,80 franchi), Sika (+0,73% a 331,50 franchi) e Holcim (+0,46% a 52,32 franchi). Nel segmento del lusso Swatch (+0,04% a 263,10 franchi) è andata a braccetto con Richemont (+0,10% a 103,60 franchi).

Hanno arretrato nel finale i bancari Credit Suisse (-0,83% a 9,75 franchi) e UBS (-0,55% a 15,45 franchi). Fra gli assicurativi Swiss Life (+0,19% a 483,60 franchi) si è difesa meglio di Swiss Re (-0,44% a 85,96 franchi) e Zurich (-0,47% a 402,70 franchi).

Nel mercato allargato gli occhi erano puntati su varie aziende che hanno informato sull'andamento degli affari, a partire da Kudelski (-0,49% a 4,03 franchi).

hm, ats