Mercati azionari

La Borsa svizzera chiude in rialzo

hm, ats

17.3.2022 - 17:44

Una seduta che ha visto fra l'altro anche Swatch fra i protagonisti.
Keystone

La borsa svizzera archivia la quinta seduta consecutiva in rialzo: l'indice dei valori guida SMI ha terminato a 12'061,87 punti, in progressione dell'1,35% rispetto a ieri, mentre il listino allargato SPI ha guadagnato l'1,58%, attestandosi a 15'369,74 punti.

hm, ats

17.3.2022 - 17:44

Il primo aumento dei tassi d'interesse operato dalla Federal Reserve da quattro anni a questa parte è stato digerito bene dai mercati. La fiducia nel dinamismo dell'economia americana – che ha trovato oggi conferma anche nel calo delle richieste di sussidio disoccupazione – sembra essere più forte della paura di ulteriori strette monetarie.

I corsi sono anche tuttora sostenuti dalla speranza di progressi nelle trattative per mettere fine alla guerra in Ucraina. Intanto però i prezzi di diversi beni stanno salendo, in particolare in ambito energetico: l'inflazione di febbraio nell'Eurozona è stata rivista al 5,9%, valore record. In Svizzera per contro la pressione al rialzo sul franco è leggermente diminuita, cosa che ha avuto un impatto positivo sulla propensione degli investitori a comperare azioni elvetiche.

Le ultime rallegranti cifre sull'export orologiero elvetico hanno favorito Richemont (+1,62% a 116,30 franchi). Positivo è stato anche l'andamento di altri valori particolarmente dipendenti dalla congiuntura quali ABB (+1,23% a 32,89 franchi), Holcim (+0,91% a 46,50 franchi), Sika (+2,88% a 310,30 franchi) e Geberit (+1,38% a 589,80 franchi). Non ha invece convinto, nel comparto tecnologico, Logitech (-0,53% a 68,16 franchi).

Fra i bancari Credit Suisse (-0,95% a 7,48 franchi) è apparsa un po' più in difficoltà di UBS (+0,29% a 17,08 franchi). Tutti con il segno più hanno chiuso gli assicurativi Swiss Life (+1,22% a 582,80 franchi), Zurich (+1,15% a 441,00 franchi) e Swiss Re (+0,09% a 85,68 franchi). Nello stesso comparto finanziario ha recuperato terreno Partners Group (+2,13% a 1198,50 franchi).

Hanno fin fa subito trainato il listino Nestlé (+2,10% a 118,90 franchi) e Novartis (+1,47% a 80,61 franchi), mentre sul terzo peso massimo difensivo, Roche (+0,52% a 359,70 franchi), ha inizialmente pesato il fatto che il valore viene da oggi negoziato senza la cedola per il dividendo di 9,30 franchi.

Nel mercato allargato sono stati accolti bene i bilanci e le prospettive di Swissquote (+6,05% a 171,80 franchi). Swatch (+0,94% a 49,16 franchi) ha approfittato solo in parte degli ultimi dati sul commercio estero elvetico.

hm, ats