Mercati azionari

Laa Borsa svizzera chiude negativa

mp, ats

5.11.2021 - 17:54

Chiusura settimanale negativa per la Borsa svizzera
Chiusura settimanale negativa per la Borsa svizzera
Keystone

L'ultima seduta settimanale si è chiusa in territorio negativo per la Borsa svizzera. L'indice principale ha trascorso quasi tutta la mattinata al di sopra della linea di demarcazione per poi perdere costantemente quota.

mp, ats

5.11.2021 - 17:54

Alla fine l'SMI ha lasciato sul terreno lo 0,65% a 12'321.85 punti, l'incide allargato SPI lo 0,70% a 15'906.57 punti.

A differenza dei principali mercati azionari del Vecchio continente – che hanno veleggiato sopra la parità dopo la raffica di dati macroeconomici dagli Stati Uniti, in particolare quelli sul rimbalzo dell'occupazione – e nonostante l'avvio positivo di Wall Street, Zurigo si è dimostrata sotto tono.

In particolare, i pesi massimi difensivi non hanno sostenuto il listino: Nestlé ha perso lo 0,13% (a 123.18 franchi), Novartis lo 0,31% (a 76.09 franchi), mentre Roche, che ieri aveva realizzato guadagni, oggi è scesa addirittura dell'1,62% (a 364.30 franchi). L'annuncio fatto ieri dai due colossi farmaceutici che Novartis rivenderà in un colpo solo alla stessa Roche la partecipazione che detiene da 20 anni nel capitale azionario della sua concorrente, non sembra aver portato i frutti sperati in termini azionari.

In chiaroscuro hanno chiuso i bancari: dopo le perdite già subite ieri, Credit Suisse ha subito ancora un calo dello 0,28% (a 9.396 franchi), mentre UBS ha guadagnato lo 0,54% (a 16.74 franchi).

Si è messo invece particolarmente in luce Richemont, che ha terminato la settimana con un +3,31% (a 120.30 franchi). Sul fronte opposto, maglia nera è risultata Lonza, che ha lasciato sul terreno ben il 7,53% a 712.60 franchi.

Male anche Geberit (-1,43% a 716.00 franchi), SGS (-1,45% a 2'793.00 franchi), Logitech (-2,16% a 72.40 franchi) e Givaudan (-2,40% a 4'359.00 franchi).

mp, ats