La Borsa svizzera chiude sopra la parità

ATS

11.5.2020 - 17:55

Inizio di settimana positivo per la Borsa svizzera.
Source: KEYSTONE/ENNIO LEANZA

Partita al rialzo, nel corso della mattinata la Borsa svizzera ha perso slancio finendo in negativo, per poi risalire sopra la parità un'ora e mezzo prima della chiusura.

Al termine delle contrattazioni, l'indice SMI dei titoli guida ha guadagnato lo 0,25% a 9689.71 punti. L'indice completo ha messo a segno una progressione dello 0,35% a 12'078.87 punti.

Hanno sostenuto i listini gli acquisti sui titoli difensivi, con Roche in crescita dell'1,03% a 344,75 franchi, Novartis dell'1,16% a 83,65 franchi e Nestlé dello 0,55% a 105,58 franchi.

Sotto pressione invece i bancari

Sotto pressione invece i bancari, con UBS in flessione dell'1,41% a 9,48 franchi e Credit Suisse del 2,43% a 7,95 franchi. Deboli anche gli assicurativi: Zurich ha ceduto lo 0,17% a 290,80 franchi, Swiss Re lo 0,66% a 65,96 franchi e Swiss Life lo 0,90% a 330 franchi.

Tra i titoli ciclici, ABB ha chiuso poco sopra la linea (+0,03% a 17,76 franchi), mentre Adecco ha lasciato sul terreno l'1,30% a 41,10 franchi e LafargeHolcim l'1,51% a 39,05 franchi. È di oggi la notizia che il cementificio franco-svizzero ha annullato la vendita delle proprie attività nelle Filippine poiché il termine per la cessione dell'85,7% della sua filiale alla San Miguel Corporation è scaduto.

La conclusione dell'operazione siglata nel maggio 2019 era soggetta al benestare delle autorità locali preposte alla concorrenza, ossia la Philippines Competition Authority (PCC). Questa istanza non ha dato il via libera alla transazione entro i termini stabiliti dal contratto di vendita, rendendolo così caduco.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS