Chiusura in lieve calo per la Borsa svizzera

fc, ats

22.2.2021 - 18:06

Chiusura in lieve calo per la Borsa svizzera
Keystone

Primo giorno della settimana negativo per la Borsa svizzera: lo SMI ha chiuso le contrattazioni in calo dello 0.07% a 10'697.38 punti. Andamento analogo per il listino completo SPI, che è sceso dello 0.08% a 13'393.04.

Lo SMI dopo un inizio in profondo rosso ha risalito lentamente la china ma non in modo sufficiente per tornare sopra la linea di demarcazione. A zavorrare i listini è il timore che risalga l'inflazione con le materie prime in crescita e in particolare il rame sui massimi dal 2011.

Per quanto riguarda i singoli titoli hanno avuto un impatto negativo sul listino i pesi massimi difensivi Lonza (-1.60% a 591.20 franchi), Roche (-0.10% a 302.85 franchi) e Novartis (-0.19% a 79.10 franchi). Poco mossa invece Nestlé (+0.01% a 98.22 franchi).

Non perfettamente unitari si sono presentati i valori particolarmente sensibili alla congiuntura come ABB (-0.89 % a 26.84 franchi), LafargeHolcim (+0.46% a 50.18 franchi), Sika (+0.32% a 249.40 franchi) e Geberit (-1.08% a 549.60 franchi). Nel segmento del lusso Richemont (-0.72% a 87.88 franchi) è apparsa più in difficoltà di Swatch (-0.49% a 266.50 franchi).

Bene i bancari con Credit Suisse che ha guadagnato l'1.55% (a 12,78 franchi) e UBS l'1.29% (a 14,09 franchi). In ambito assicurativo Swiss Life (+1.01% a 448.20 franchi) e soprattutto Swiss Re (+4.93% a 86.5897) hanno fatto decisamente meglio di Zurich (invariata a 375.00 franchi).

Positivo anche l'andamento di Partners Group, il cui titolo ha chiuso in rialzo dello 0.41% a 1'100.50 franchi. L'impresa con sede a Baar (ZG) specializzata negli investimenti in altre società e nell'amministrazione patrimoniale, ha annunciato di aver acquisito, per conto di alcuni clienti, l'azienda statunitense Resilient Infrastructure Group, attiva nella gestione dell'acqua potabile.

Nel mercato allargato non è passato inosservato il balzo di Kühne+Nagel (+2.24% a 214.80 franchi). La società con sede a Schindellegi (SZ) ha rilevato Apex International Corporation, uno dei principali fornitori di servizi logistici in Asia. Si tratta dell'acquisizione più importante nella storia di Kühne+Nagel in termini di fatturato e impieghi rilevati.

Tornare alla home page

fc, ats