La Borsa svizzera chiude positiva

ats

30.7.2021 - 17:53

La Borsa svizzera ha terminato gli scambi in territorio positivo.
Keystone

Dopo un inizio difficile, la Borsa svizzera ha terminato gli scambi in territorio positivo. L'indice dei titoli guida SMI ha guadagnato lo 0,25% a 12'116,82 punti, quello allargato SPI lo 0,30% a 15'580,81.

ats

30.7.2021 - 17:53

A far girare il mercato sono stati i numerosi dati congiunturali positivi arrivati ora. A livello internazionale, il pil tedesco è cresciuto dell'1,5% rispetto al trimestre precedente. La Germania sembra quindi aver scongiurato la recessione dopo la battuta d'arresto di inizio d'anno dovuto alla pandemia.

In Italia nel secondo trimestre il pil, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato del 2,7% rispetto al trimestre precedente e del 17,3% in termini tendenziali. L'incremento, definito «eccezionalmente marcato», registrato su base annua deriva dal confronto con il punto di minimo toccato nel secondo trimestre del 2020 in corrispondenza dell'apice della crisi sanitaria dovuta alla diffusione del Covid.

In Svizzera, per il secondo mese consecutivo il barometro congiunturale KOF ha fatto registrare un calo in luglio, pur rimanendo sopra la media a lungo termine. L'economia svizzera conferma quindi la forte espansione, anche se i ritmi potrebbero rallentare. Il barometro dell'Istituto di ricerche congiunturali (KOF) del Politecnico federale di Zurigo ha perso 3,5 punti nel mese che sta per concludersi, attestandosi a 129,8 punti.

Sul listino elvetico occhi puntati su Swiss Re, che dopo essere precipitata in rosso l'anno scorso a causa di oneri legati alla pandemia di coronavirus è tornata all'utile nella prima metà del 2021. Il titolo – peggiore di giornata – ha perso il 3,23% a 82,02 franchi. Non molto meglio gli altri assicurativi, con Zurich che lascia sul terreno lo 0,44% (a 365,80) e Swiss Life lo 0,28% (a 468,00).

Il colosso dei materiali da costruzione Holcim ha mostrato una marcata ripresa degli affari, con un fatturato di 12,56 miliardi di franchi, in crescita del 17,4% rispetto all'anno precedente. Il titolo ha perso l'1,15% a 53,10 franchi.

Tutti positivi invece i difensivi di peso, con Nestlé in crescita dello 0,97% a 114,80 franchi, Roche dello 0,79% a 350,35 e Novartis dello 0,43% a 83,88. Il miglior titolo di giornata è risultato Lonza, in incremento dell'1,82% a 705,20.

ats