Chiusura positiva per la Borsa svizzera

mp, ats

7.5.2021 - 18:09

La Borsa svizzera ha chiuso la settimana in territorio positivo
Keystone

Dopo un buon avvio e una mattinata altalenante la Borsa svizzera ha proseguito la giornata al di sopra della parità ed ha chiuso in territorio positivo. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 11'173,57 punti in progressione dello 0,56%.

mp, ats

7.5.2021 - 18:09

Il listino allargato SPI ha invece guadagnato lo 0,73%, attestandosi a 14'362,75 punti.

I mercati sono stati influenzati positivamente da alcuni trimestrali in Europa, ma anche dal rialzo dei metalli, taluni a livelli record, come il rame, che ha beneficiato della svolta «green» dell'industria e, secondo alcuni analisti, anche della scarsità di scorte.

Le preoccupazioni per la pandemia, tra una serie di Paesi impegnati nelle vaccinazioni e altri in estrema difficoltà, come l'India, non hanno influito sulle piazze finanziarie. Anche Wall Street ha proseguito sostenuta, nonostante i dati deludenti sull'occupazione americana.

Sul fronte interno hanno chiuso contrastati i bancari: Credit Suisse ha terminato con «segno meno» (-0,52% a 9,254 franchi). Oggi la seconda banca elvetica ha smentito categoricamente le voci di colloqui in vista di una possibile vendita delle sue attività in Brasile riferite da un blog brasiliano. Dal canto suo, UBS ha chiuso la settimana in positivo (+0,11% a 14,13).

Bene i pesi massimi difensivi, che hanno tutti sostenuto il listino: Nestlé ha guadagnato lo 0,20% (a 109,12 franchi), Novartis lo 0,52% (a 79,49 franchi) e Roche l'1,22% (a 303,20 franchi).

Tutti in positivo hanno chiuso anche i titoli assicurativi: Swiss Re (+0,73% a 87,84 franchi), Swiss Life (+1,19% a 459,80 franchi), Zurich (+1,29% a 385,70 franchi).

Tra i titoli più sensibili ai cicli economici, solo ABB (+0,23% a 30,61 franchi) e Sika (+0,79% a 282,30 franchi) hanno fatto segnare dei guadagni. Negativa ha chiuso Geberit (-0,09% a 632,00 franchi), mentre le maggiori perdite le ha fatte registrare Holcim (-3,38% a 55,48 franchi).

Nel settore del lusso, Swatch ha realizzato una progressione del 2,27% (a 293,10 franchi), mentre Richemont ha guadagnato lo 0,97% (a 95,66 franchi).