Borsa svizzera continua in leggero calo

ATS

22.1.2018 - 11:42

La Borsa svizzera continua in leggero calo: l'indice principale SMI alle 11:30 circa scende dello 0,23% a 9'488.31 punti, quello allargato SPI dello 0,18% a 10'915.50 punti.

A pesare maggiormente sul listino zurighese è la grande banca UBS (-1,53%), che stamane ha annunciato una pesante perdita nel quarto trimestre dell'anno scorso dovuta alla riforma fiscale negli Stati Uniti. UBS ha tuttavia chiuso l'esercizio 2017 con un utile netto di 1,16 miliardi di franchi, contro i 3,2 miliardi del 2016.

Male anche il peso massimo difensivo Novartis (-0,46%), che ha annunciato oggi di aver finalizzato la ripresa dello specialista contro il cancro francese Advanced Accelerator Applications (AAA), e il titolo del lusso Richemont (-1,13%). Quest'ultimo ha annunciato stamattina un'offerta pubblica d'acquisto (opa) volontaria sul 100% della società italiana Yoox Net-à-Porter Group (YNAP), attiva nel settore delle vendite online di beni di moda, lusso e design. Il gruppo ginevrino, che già detiene il 50% della società quotata alla Borsa di Milano, propone 38 euro per azione.

Non fa meglio l'altra grande banca Credit Suisse (-0,57%), i ciclici ABB (-0,30%) e Givaudan (-0,61%).

A sostenere invece il mercato azionario elvetico sono gli altri due pesi massimi difensivi Roche (+0,34%) e Nestlé (+0,07%), seguiti dai titoli maggiormente sensibili alla congiuntura Lonza (+0,74%), LafargeHolcim (+0,40%), Geberit (+0,60%) e Sika (+0,66%).

Tornare alla home page

ATS