La Borsa svizzera scende ai minimi da maggio

hm, ats

6.10.2021 - 14:01

Non è un buon momento per i mercati azionari.
Keystone

La borsa svizzera è scesa oggi ai minimi da maggio scorso, confermando una tendenza ribassista che dura da diverse settimane. L'indice principale SMI si muove non molto sopra gli 11'400 punti, a più di 1100 punti dal massimo assoluto di agosto.

hm, ats

6.10.2021 - 14:01

Il nervosismo del mercato è confermato anche dalla crescita dell'indice di volatilità VSMI. A incidere sull'umore degli investitori è il rincaro dei prodotti energetici, che va ad alimentare un'inflazione in accelerazione. Il timore è che le banche centrali si vedano costrette ad operare una stretta monetaria prima di quanto previsto, mettendo fine alla loro politica ultra-espansionista che tante soddisfazioni ha dato a chi è proprietario di azioni.

L'elenco dei problemi irrisolti è comunque lungo: si va dalle vicissitudini del colosso immobiliare cinese Evergrande (la paura è di un effetto domino) alle discussioni sul tetto del bilancio statale americano, passando dalle difficoltà globali delle catene di rifornimento.

Come noto la borsa svizzera, caratterizzata soprattutto nei titoli SMI da aziende attive in larghissima misura a livello internazionale, segue pari pari gli sviluppi globali. Il suo carattere difensivo – dovuto al franco svizzero e all'orientamento più conservativo di alcuni importanti titoli, legati all'industria alimentare e farmaceutica – fanno però sì che spesso gli sbalzi, sia verso l'alto che verso il basso, siano un po' attenuati rispetto a quanto avviene su altre piazze.

hm, ats