Mercati azionari

Borsa svizzera sempre positiva

ATS

10.10.2017 - 15:39

ZURIGO

La Borsa svizzera rimane in territorio positivo, con l'indice SMI dei principali titoli che a due ore dalla chiusura segna un rialzo dello 0,13% a 9.271,33 punti, mentre l'indice complessivo SPI sale dello 0,16% a quota 10.588,82.

Le Borse europee viaggiano perlopiù in terreno negativo, appesantite dall'attesa delle dichiarazioni del presidente della Catalogna Carles Puigdemont, che in serata comunicherà se e come la regione spagnola proseguirà sulla via dell'indipendenza. Madrid sta perdendo l'1,06%. Solo Londra sale dello 0,18%.

Sul fronte interno l'attenzione è puntata su Givaudan, che stamane ha annunciato di aver realizzato nei primi nove mesi dell'anno un fatturato di 3,76 miliardi di franchi, in crescita del 6,8% su base annua. Il dato è stato accolto favorevolmente dagli investitori e il titolo, salito ai massimi da sempre, sta guadagnando il 3,87%.

Tra i bancari Credit Suisse, già in difficoltà ieri, sta perdendo lo 0,45%, mentre Ubs rimane incollata sulle quotazioni di ieri. Sopra la linea della parità Julius Bär, che fa un passo avanti dello 0,35%. Gli assicurativi si presentano con il segno più: Swiss Re avanza dello 0,28%, Zurich dello 0,20% e SwissLife dello 0,15%.

Tra i pesi massimi difensivi, solo il colosso dell'alimentare Nestlé (+0,54%) sostiene i listini. Deboli invece Roche (-0,16%) e Novartis (-0,54%).

Ben orientati i valori ciclici, più sensibili alle variazioni congiunturali: Adecco sale dell'1,33%, Geberit dello 0,80% e LafargeHolcim dello 0,70%. Solo ABB (-0,04%) fa fatica a rimanere a galla. Nel segmento del lusso, Richemont recupera le perdite di ieri (+0,23%) mentre Swatch allunga dello 0,28%.

Sul mercato allargato continua la corsa di Orascom (+13,66%). Le quotazioni di Bossard, che ha annunciato un fatturato trimestrale in crescita del 12,4%, stanno salendo del 5,77%. Ypsomed, intenzionato a estendere le sue attività in Europa, segna +0,25%.

Tornare alla home page

ATS