Centri commerciali, vendite in calo

ATS

26.5.2020 - 15:04

Che bello fare shopping.
Source: KEYSTONE/PETER KLAUNZER

I grandi centri commerciali in Svizzera hanno registrato nel 2019 un lieve calo delle vendite, facendo registrare una frequenza stabile.

Sul settore peserà però quest'anno anche il coronavirus, che potrebbe accelerare il processo di trasformazione, scrive l'istituto di ricerche di mercato GfK in uno studio pubblicato oggi.

Stando alle stime degli esperti della società attiva a Rotkreuz (ZG) i 188 shopping-center elvetici hanno visto i ricavi scendere dell'1,0% rispetto all'anno prima, nonostante un lieve incremento delle superfici (+0,2%). L'arretramento dei proventi è stato in linea con quelli osservati nel 2018 (-0,9%) e 2017 (-1,1%), ma inferiore a quelli del 2016 (-1,9%) e del 2015 (-3,0%). Per tornare a una crescita bisogna risalire al 2014 (+0,5%).

Il 59% dei locatari proviene oggi dal settore non alimentare. Ad aumentare è in particolare il comparto dei servizi (21%: era del 17% nel 2011), uno sviluppo dovuto principalmente alle nuove realtà nei settori della salute e della bellezza. Anche gli spazi dell'offerta di bar e ristoranti è in aumento: dal 5,4 al 5,5% come superficie, dal 6,6 al 7,3% in termini di fatturato.

Secondo GfK il comparto svizzero dei centri commerciali può considerarsi saturo, ma ciò nonostante sette ulteriori strutture sono in fase di realizzazione e altre due in progettazione. Un tema centrale sarà dare nuova linfa a quanto già esiste: in media i centri svizzeri hanno 28 anni; 156 su 188 sono stati ristrutturati almeno una volta dalla loro nascita o la ristrutturazione è in fase di progettazione.

In relazione alla crisi della coronavirus, i proprietari e gli inquilini hanno dovuto far fronte a massicci cali di frequenze e perdite di fatturato a causa del confinamento: questo potrebbe dare un ulteriore impulso verso un nuovo posizionamento dei centri, osservano gli specialisti di GfK. Inoltre come in tutti i settori economici la pandemia avrà un forte impatto anche sull'esercizio finanziario.

Tornare alla home page

ATS