Commercio al dettaglio Denner aumenta gli stipendi del 2,4% e i salari minimi di 100 franchi

mp

17.11.2023 - 11:47

Denner aumenta i salari dei suoi dipendenti del 2,4% nel 2024
Denner aumenta i salari dei suoi dipendenti del 2,4% nel 2024
Keystone

I dipendenti di Denner potranno contare su un aumento di stipendio nel 2024. Il dettagliante controllato dalla Migros ha annunciato oggi che aumenterà la massa salariale dell'intero personale del 2,4%, dopo il 2,3% nel 2023.

17.11.2023 - 11:47

In un comunicato odierno, Denner ha dichiarato di voler così contrastare l'inflazione. I dipendenti attivi nella vendita e nella logistica beneficeranno in modo maggiore dell'aumento salariale, rispetto ad esempio ai salari dell'amministrazione, che sono generalmente più alti. Gli aumenti dello stipendio saranno concessi sia individualmente che strutturalmente.

Tutti i dipendenti riceveranno anche un adeguamento al costo della vita fino a 100 franchi al mese, a seconda del carico di lavoro.

Inoltre, tutto il personale riceverà una carta regalo Denner del valore di 500 franchi. In tal modo l'azienda intende ringraziare i suoi dipendenti per il loro impegno in un contesto economico difficile.

Anche il salario minimo sarà aumentato di 100 franchi a testa. I lavoratori non qualificati con un carico di lavoro del 100% riceveranno ora 4'400 franchi al mese, quelli che hanno completato un apprendistato di due anni nel settore del commercio al dettaglio 4'500 franchi e quelli che hanno ultimato un apprendistato di tre anni 4'600 franchi.

Aumento salariale anche presso altri rivenditori

Migros aveva già annunciato un aumento degli stipendi in tutto il gruppo alla fine di settembre. La massa salariale del gigante arancione aumenterà del 2,1-2,5% nel 2024.

I dipendenti delle cooperative Migros che riceveranno un salario inferiore al 2,2% otterranno una gratifica una tantum, è stato precisato.

Anche i dipendenti della Coop avranno salari più alti nel 2024. In totale, il gigante della vendita al dettaglio aumenterà la massa salariale del 2,2% l'anno prossimo.

Dal canto suo, Aldi non ha ancora annunciato i ritocchi salariali per i suoi dipendenti, mentre Lidl riferirà a marzo dell'esito delle trattative salariali.

mp