Nel mondo

Il lusso sempre più spesso è di seconda mano

hm, ats

6.12.2022 - 19:00

Fondamentali sono i certificati di garanzia.
Fondamentali sono i certificati di garanzia.
Keystone

Il lusso di seconda mano – orologi, gioielli, pelletteria e altro ancora – è sempre più di moda.

hm, ats

6.12.2022 - 19:00

Diversi operatori svizzeri e internazionali stanno cercando di conquistare quote di un mercato che, spinto dalle giovani generazioni, si rivela essere in netta crescita e assai più dinamico di quello degli articoli nuovi.

«Negli ultimi anni abbiamo registrato una progressione delle vendite a due cifre nel segmento del lusso», indica all'agenzia Awp Tirath Kamdar, responsabile del comparto presso il sito di vendite online Ebay. Il colosso statunitense ha investito massicciamente in sistemi di autenticazione per i prodotti rivenduti sulla piattaforma, cosa che ha aumentato la fiducia dei clienti e di conseguenza il volume delle transazioni. «Questo dimostra che ci stiamo muovendo nella giusta direzione», afferma Kamdar.

Ebay, che negli ultimi anni ha perso quote di mercato a favore del concorrente Amazon, sta cercando di rafforzarsi nel ramo. In Svizzera, in particolare, per aumentare la propria visibilità, l'azienda ha recentemente sostenuto eventi legati al settore, tra cui Reluxury, la prima fiera svizzera dedicata al lusso di seconda mano. «La Svizzera è principalmente un mercato di fornitori, poiché molti marchi di orologi hanno sede qui», spiega Kamdar.

Una forte crescita

Secondo lo studio Luxury Outlook 2022 di BCG e Comité Colbert, il mercato globale del lusso di seconda mano è cresciuto a un ritmo doppio rispetto a quello degli articoli originali. Stando alle stime aveva un valore di 33 miliardi di euro (stessa cifra in franchi) nel 2021 e nel 2025 dovrebbe superare i 50 miliardi di euro, soprattutto con la spinta delle giovani generazioni.

Ebay collabora con Watchfinder, entità specializzata nella vendita online di orologi di seconda mano di alta gamma e appartenente al gruppo ginevrino Richemont. «Watchfinder ha appena iniziato a vendere i suoi prodotti su Ebay: per il momento, la nostra cooperazione riguarda la Germania e il Regno Unito», fa sapere l'impresa statunitense.

Anche Watchbox, un altro specialista nella vendita di orologi usati di lusso, è molto fiducioso nell'espansione di questo settore. «Stiamo vivendo una crescita fantastica e siamo stati redditizi fin dall'inizio», spiega ad Awp Patrik Hoffmann, direttore della filiale elvetica aperta nel 2018 a Neuchâtel, un anno dopo la fondazione della ditta negli Stati Uniti.

Secondo Deloitte, il mercato degli orologi di lusso usati aveva nel 2021 un valore di circa 20 miliardi franchi) e si prevede che salirà a 35 miliardi entro il 2030, una cifra che arriverebbe ad essere la metà di quella del mercato primario. L'approccio è diventato più professionale negli ultimi anni, grazie soprattutto all'introduzione di sistemi di garanzia (Certified Pre-Owned, CPO).

30'000 franchi per orologio

Watchbox, che offre in particolare marchi di nicchia, dichiara un prezzo medio di vendita di 30'000 dollari (poco più di 28'000 franchi) per orologio, una cifra notevolmente superiore a quella dei suoi concorrenti. Forte di questo successo, l'azienda americana ha fra l'altro acquistato il marchio di orologi di alta gamma De Bethune, con sede a L'Auberson, nel cantone di Vaud.

Commentando il forte calo dei prezzi di alcuni marchi noti – come Rolex – avvenuto quest'estate sulle piattaforme dell'usato, Hoffmann ha affermato che si tratta di un aggiustamento del mercato, una normalizzazione dopo che alcuni segnatempo avevano raggiunto livelli record. «Nonostante questo drastico calo, il prezzo è ancora talvolta da due a due volte e mezzo più elevato di quello di un modello nuovo in negozio per alcuni marchi rinomati», sostiene l'esperto di Watchbox.

A suo avviso il settore gode quindi di buona salute. «Il mercato degli orologi di seconda mano, che è ancora agli inizi, continua a svilupparsi nonostante gli sconvolgimenti osservati quest'estate», afferma. «L'industria orologiera svizzera sta accettando sempre più il mercato secondario». Nessun operatore può più permettersi di ignorare questo segmento, come invece avveniva in passato.

Se inizialmente il mercato era dominato da aziende indipendenti che rivendevano prodotti di lusso delle grandi case, queste ultime stanno gradualmente comprendendo l'importanza del comparto, proponendo l'acquisto o la vendita di vecchie collezioni sul proprio sito o attraverso dei partner. L'annuncio della scorsa settimana da parte di Rolex del suo ingresso nel mercato degli orologi usati certificati CPO viene considerato un passo storico nel settore ed è ritenuto un'ulteriore prova della crescente importanza di questo mercato.

hm, ats