Ristorazione McDonald’s si espande, vuole aprire molti punti vendita in Svizzera

hm, ats

14.11.2023 - 15:01

McDonald’s vuole estendersi.
McDonald’s vuole estendersi.
Keystone

McDonald's vuole aumentare la sua presenza in Svizzera, accelerando la sua espansione: l'obiettivo è di aprire sei nuovi punti vendita all'anno, afferma Lara Skripitsky, nuova direttrice della filiale elvetica del colosso americano della ristorazione rapida.

14.11.2023 - 15:01

«Di recente abbiamo aperto una o due filiali all'anno: ora stiamo aumentando questo ritmo, anche nelle città», afferma in un'intervista pubblicata dall'Aargauer Zeitung e dalle testate ad essa legate la dirigente che ha cominciato la sua carriera presso il gruppo in Canada nel 2015.

«Stiamo cercando luoghi con una forte crescita demografica, come Ridders in Vallese, e località che offrano spazio sufficiente per un McDrive», aggiunge. «I ristoranti sulle autostrade sono fantastici. Pensate a quanto sono comodi quando si va a sciare in montagna in auto: in Canada li abbiamo molto più spesso, anche perché abbiamo molto più spazio».

Malgrado la crescita McDonald's Svizzera non soffre di carenza di personale. «Dopo la pandemia non è stato facile trovare dipendenti. Ma al momento le cose vanno bene. Abbiamo molti studenti e dipendenti a tempo parziale. Solo l'anno scorso abbiamo creato 600 nuovi posti di lavoro nella Confederazione. L'anno prossimo gli impieghi saranno molti di più. Riceviamo in media 44 candidature per ogni annuncio di lavoro».

E il primo salario – chiedono i giornalisti – a quanto ammonta? «Aderiamo al contratto collettivo di lavoro dell'associazione di categoria Gastrosuisse. Da noi un dipendente non qualificato guadagna tra i 3400 e i 4000 franchi. La retribuzione è modulata in base allo sviluppo e alla responsabilità, per cui un direttore di ristorante può guadagnare da 6000 franchi in su».

Sul fronte dell'offerta al cliente, McDonald's Svizzera non ha ancora in programma il lancio di hamburger vegani, contrariamente al concorrente Burger King. «Offriamo polpette vegetariane in sostituzione della carne dal 1996, quindi abbiamo da tempo una buona offerta per i vegetariani», afferma a questo proposito l'intervistata. «Attualmente stiamo sperimentando il nostro McPlant, un hamburger con polpa vegana, in dieci ristoranti di Zurigo. Ora stiamo vedendo come si sviluppa. Se si escludono la salsa e il formaggio, si tratta di un hamburger vegano». Secondo Skripitsky la domanda in Svizzera è elevata per i prodotti vegetariani, mentre per quelli vegani esiste, ma non è enorme.

Intanto negli Stati Uniti le azioni di McDonald's hanno recentemente perso valore in borsa, stando agli analisti a causa della diffusione nella popolazione delle iniezioni dimagranti per frenare l'appetito. «Non sono preoccupata», osserva da parte sua la manager. «I risultati trimestrali sono stati eccellenti e hanno superato le aspettative. In passato ci sono sempre stati cambiamenti e tendenze sociali per cui si diceva che McDonald's soffrisse. Ma non è così, perché oggi i clienti vengono da noi più spesso, anche in Svizzera».

Eppure – argomentano i cronisti – McDonald's non mette a disposizione menù davvero sani. «Io la vedo diversamente», ribatte Skripitsky. «Abbiamo opzioni vegetariane, la nostra carne di manzo proviene dalla Svizzera ed è cotta alla griglia e si possono sostituire le patatine con l'insalata. Mangio regolarmente da McDonald's, anche con la mia famiglia. Per me l'offerta è equilibrata. È una questione di equilibrio».

Lara Skripitsky è Ceo di McDonald's Svizzera dal giugno 2023 ed è responsabile di 178 filiali in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein, con un organico complessivo di circa 8500 dipendenti. È cofondatrice del gruppo McDonald's Global Women's Leadership e ha dichiarato di voler dedicare particolare attenzione alla promozione delle donne nella Confederazione. Appassionata di passeggiate, è madre di cinque figli e vive con la sua famiglia in Romandia.

La catena McDonald's ha le sue origini nel ristorante aperto nel 1940 a San Bernardino (California) dai fratelli Richard e Maurice McDonald, che poi ha dato luogo a un sistema di franchising che è arrivato a interessare l'intero pianeta. In Svizzera il primo punto di ristoro è stato aperto nel 1976 a Ginevra. In Ticino McDonald's è sbarcato solo nel 1993. Il concetto di fast food era però noto da tempo: il Burger King di Lugano è stato infatti aperto nel 1981, primo in Svizzera per questa catena.

hm, ats