Specialità chimiche Sika: fatturato salito grazie a acquisizione

ATS

21.4.2020 - 08:20

Il fatturato realizzato nel primo trimestre è lievemente superiore alle attese degli analisti.
Il fatturato realizzato nel primo trimestre è lievemente superiore alle attese degli analisti.
Source: Keystone/CHRISTIAN BEUTLER

Sika ha visto aumentare le vendite nel primo trimestre del 10,3% annuo a 1,81 miliardi di franchi, grazie soprattutto al rilevamento di Parex. In valute locali la progressione è del 15,4%. Al netto delle acquisizioni risulta invece una contrazione dell'1,3%.

La crisi del coronavirus ha inciso negativamente sugli affari soprattutto in Cina e in Asia in generale, spiega Sika in un comunicato odierno. I prodotti del gruppo zughese di specialità chimiche vengono utilizzati non solo nella costruzione, ma anche nell'industria automobilistica, in difficoltà già da tempo.

Gli analisti interrogati dall'agenzia AWP si aspettavano in media un giro d'affari lievemente inferiore, pari a 1,80 miliardi di franchi. Nel primo trimestre il gruppo non fornisce informazioni sulla redditività.

«Anche Sika sarà colpita dalla crisi, ma grazie alla nostra vicinanza alla clientela in tutti i paesi possiamo cogliere rapidamente le opportunità che si presenteranno e guadagnare così altre quote di mercato», afferma il presidente della direzione Paul Schuler, citato nella nota. L'impresa ha anche adottato misure per garantire la liquidità; investimenti non essenziali sono stati rinviati.

Per l'esercizio 2020 Sika non formula previsioni concrete: molto dipende da quando i paesi più grandi usciranno dal lockdown. In febbraio Sika si attendeva ancora una crescita di oltre il 10% a tassi di cambio costanti e una progressione degli utili sopra la media.

Il gruppo conferma comunque i suoi obiettivi a medio termine contenuti nella «Strategia 2023», ossia un aumento annuo del fatturato del 6-8% e un margine operativo EBIT – a partire dal 2021 – del 15-18%.

Tornare alla home page

ATS