La Svizzera cresce in termini di impieghi, mezzo milione in più

hm, ats

25.11.2021 - 12:00

Quello della sanità è il settore in cui l'impiego è aumentato maggiormente.
Keystone

La Svizzera cresce fortemente anche in termini di impieghi: nello spazio di pochi anni, dal 2011 al 2019, il loro numero è salito di mezzo milione, emerge da un'analisi pubblicata oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST).

hm, ats

25.11.2021 - 12:00

A spingere sono sanità, socialità e funzione pubblica.

Si è passati da 4,8 a 5,3 milioni di addetti, con tutte le regioni in progressione. Un particolare dinamismo è stato mostrato dalle zone del Lemano e di Zurigo, che mostrano un aumento di 100'000 impieghi ciascuna. A livello cantonale spiccano Zugo (+15%) e Vaud (+13%), a fronte di una media elvetica del +8%. Il Ticino segna +12% (da 213'000 a 238'000), i Grigioni +6% (da 125'000 a 132'000).

La statistica strutturale delle imprese (STATENT) conferma che la terziarizzazione dell'economia prosegue, con la creazione di oltre 50'000 impieghi in media all'anno nel settore dei servizi nel periodo 2011-2019. I comparti con gli incrementi maggiori sono stati quelli della sanità (+85'000 impieghi, +25%), della socialità (+60'000, +24%) e dell'amministrazione pubblica (+48'000, +12%). A subire una contrazione sono stati invece il commercio al dettaglio, (-12'000 impieghi, -3%) e i servizi postali (-8000, -15%).

Le micro-imprese (meno di tre addetti) rappresentano i due terzi del totale e nel periodo in questione sono aumentate del 15%, raggiungendo quasi quota 400'000. Secondo l'UST il tessuto economico svizzero è quindi composto sia da un numero relativamente piccolo di grandi imprese, le dimensioni delle quali crescono con il passare del tempo, sia da un numero sempre maggiore di piccole aziende, la cui grandezza tende a ridursi.

hm, ats