Vendita di PC in crescita per l'onda lunga del Covid

SDA

13.1.2022 - 20:00

Servono sempre più computer.
Keystone

La pandemia, con la scuola a distanza e il telelavoro, ha dato uno slancio a tutto il comparto digitale, ma in particolare ai personal computer, che fino al 2019 sembravano avviarsi ad una lenta decadenza, soppiantati da smartphone e tablet.

SDA

13.1.2022 - 20:00

Stando all'ultima indagine della società di analisi di mercato americana Canalys, che tiene conto dell'ultimo trimestre dello scorso anno, nel 2021 sono stati consegnati 341 milioni di Pc, con un incremento del 15% sul 2020 e del 27% sul 2019, l'anno pre-Covid. Stando agli analisti non si registravano numeri così alti dal 2012.

«Mentre il 2021 è stato l'anno della trasformazione digitale, il 2022 sarà quello dell'accelerazione digitale», spiega Rushabh Doshi, esperto di Canalys. «Prevediamo ricavi in crescita per il settore che riguarda Pc, monitor, accessori e altri prodotti tecnologici che consentono di lavorare da qualsiasi luogo, di collaborare in tutto il mondo e rimanere produttivi. L'importanza di computer migliori, più veloci, resilienti e sicuri non è mai stata così grande e il settore è disposto a innovarsi per mantenere lo slancio».

Scendendo nello specifico, secondo Canalys, i computer portatili hanno segnato un +16% nel 2021 rispetto al 2020, per 275 milioni di unità totali. I computer desktop, da scrivania, invece, hanno avuto una crescita del 7% nel 2021 rispetto al 2020, con 66 milioni di unità totali.

Riguardo alle preferenze sui marchi, i dispositivi più venduti restano quelli Lenovo, il brand più utilizzato dalle aziende e dai professionisti, che ha anche una gamma dedicata ai videogiochi, altro comparto che ha avuto un boom con la pandemia. La crescita maggiore spetta invece ad Apple, con il +28,3% sul 2020. Non abbastanza però da far raggiungere al colosso di Cupertino, al momento, la terza posizione della classifica sulle spedizioni dei Pc, occupata da Dell, dietro ad HP.

SDA