Ecco in cosa consiste Aggredita a Milano, si salva facendo il segnale antiviolenza alla gerente del McDonald

SDA

1.12.2023 - 20:59

La mano stretta a pugno, il pollice stretto dalle dita: una dipendente di un McDonald's di Milano ha riconosciuto questo silenzioso grido di aiuto ed è riuscita a salvare una giovane ragazza da uno stupro.
La mano stretta a pugno, il pollice stretto dalle dita: una dipendente di un McDonald's di Milano ha riconosciuto questo silenzioso grido di aiuto ed è riuscita a salvare una giovane ragazza da uno stupro.
IMAGO/Pond5

Si è salvata grazie alla sua prontezza d'animo nell'usare il segnale antiviolenza e al coraggio di un negoziante. In Italia l'ennesima vittima della violenza degli uomini è stata una ragazza di 19 anni di Bergamo che era arrivata a Milano per un concerto e aveva deciso di farsi una passeggiata in centro.

SDA

1.12.2023 - 20:59

Per le strade di Milano ha conosciuto alcune persone e con loro si è messa a parlare fino a tarda sera. Ma uno dei giovani l'ha aggredita e abusata in piazza della Scala.

Si tratta di un senza fissa dimora, un 23enne senza documenti di origine nordafricana che, secondo la denuncia della ragazza, dopo averla abusata su una panchina, proprio al centro di una delle piazze più famose del mondo, tra il teatro alla Scala, appunto, e Palazzo Marino, sede del Comune, l'aveva soggiogata e la stava portando verso una zona più appartata.

L'uomo è ora nel carcere di San Vittore e domani verrà interrogato dal giudice per le indagini preliminari (gip).

«Il concerto era finito presto e quando sono tornata in albergo, vista la bella serata, ho deciso di fare una passeggiata in centro», ha messo a verbale la ragazza nella denuncia alla Polizia. 

Giusta in piazza, avrebbe trovato un gruppo di giovani e sarebbe rimasta in loro compagnia. Con il passare delle ore – come hanno ricostruito le indagini – il gruppo si è assottigliato e verso l'una la ragazza si è trovata da sola in Galleria con il 23enne.

Una volta arrivati sulle panchine al centro di piazza della Scala, l'uomo ha tentato un approccio violento, e al suo rifiuto si è alterato. Da quel momento in poi la giovane, terrorizzata e incapace di reagire, è rimasta in balìa dell'uomo fino alle 3, quando ha incrociato un'altra donna e ha potuto chiedere aiuto con il segnale a mano e con un labiale silenzioso.

Il segnale di aiuto
Il segnale di aiuto
Dal web

Ha chiesto di andare in bagno al Mc e ha fatto il gesto

È accaduto in via Torino: passando davanti a un McDonald che stava chiudendo ha chiesto di andare in bagno e in quel frangente ha incrociato la manager del locale a cui ha fatto il cosiddetto 'signal for help', cioè ha mostrato la mano con le quattro dita che lentamente si chiudono sul pollice. Poi ha ripreso la strada con il giovane, che non la lasciava allontanare.

Ma la manager del locale ha chiamato la Polizia e ha anche seguito i due. Dopodiché gli agenti sono arrivati, la ragazza si è confidata confermando la situazione e il giovane allora è stato portato in questura.

Ecco il gesto per la richiesta di aiuto:

SDA