Energia

Apparecchi elettrici consumano sempre meno

ATS

26.11.2019 - 11:18

Apparecchi elettrici sempre meno «golosi» di corrente.
Source: KEYSTONE/AP/JOERG SARBACH

Anche se nelle famiglie svizzere ci sono sempre più apparecchi elettrici il consumo di corrente tende a diminuire grazie alla maggiore efficienza di questi aggeggi dovuta ai progressi tecnologici.

Lo indica una nota odierna dell'Ufficio federale dell'energia sulla base di dati forniti dal settore privato.

Stando all'Associazione Svizzera per gli apparecchi elettrici per la casa e l'industria e dall'Associazione economica svizzera della tecnica d'informazione, comunicazione e organizzazione, nel periodo 2002-2018 il consumo complessivo di energia degli apparecchi «è diminuito notevolmente (-11,8%)«.

L'anno scorso, in Svizzera si contavano 47,44 milioni di grandi elettrodomestici (cucine, forni, frigoriferi, lavastoviglie, ecc) e apparecchi IT, per ufficio e dell'elettronica d'intrattenimento: insieme hanno consumato 6806 milioni di kWh di energia elettrica, pari al 12% del consumo finale di corrente.

Anche se dal 2002 (34,85 milioni di apparecchi) il numero di apparecchi è cresciuto del 36,1%, il consumo di energia è calato di 914 milioni di kWh (-11,8%) rispetto al 2002 (7720 milioni kWh).

Questo risultato è imputabile, secondo la nota, «ai grandi progressi tecnologici raggiunti». Dal 2000 l'aumento dell'efficienza degli apparecchi IT, per ufficio e dell'elettronica d'intrattenimento (52,9%) è pari a più del doppio di quello dei grandi elettrodomestici (26% dal 2002).

Ciò è dimostrato anche dal consumo specifico per apparecchio, calcolato sulla base del consumo medio: nel periodo 2002-2018 il consumo specifico è infatti sceso da 386 kWh a 292 kWh per i grandi elettrodomestici e da 125,9 kWh a 51,8 kWh per gli apparecchi dell'elettronica.

Tornare alla home page

ATS