Attacco all'Fbi, hackerato uno dei server delle mail

SDA

14.11.2021 - 19:00

I pirati informatici hanno trovato una falla.
Keystone

L'ondata di attacchi informatici negli Stati Uniti non risparmia neanche l'Fbi. Alcuni hacker sono entrati nel sistema di email esterno dell'agenzia federale e hanno inviato migliaia di email spam con falsi avvertimenti su un cyberattacco.

SDA

14.11.2021 - 19:00

Le email, recapitate a circa 100'000 persone, sono partite dall'account '@ic.fbi.gov' e avevano come oggetto 'Urgent: Threat actor in systems'. Al loro interno contenevano un allarme del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale su un cyberattacco e facevano riferimento al gruppo di hacker internazionali Dark Overlord. Almeno una parte degli indirizzi email dei destinatari sono stati presi dal database dell'American Registry for Internet Numbers.

«Siamo a conoscenza dell'incidente. Non possiamo al momento fornire ulteriori dettagli», ha detto l'agenzia federale. Secondo gli esperti di cybersicurezza il fatto che le email non contenessero alcun malware potrebbe indicare che gli hacker sono incappati nelle debolezze del portale dell'Fbi e non avevano alcun piano particolare per sfruttarle. Il server, usato per le comunicazioni dell'agenzia federale con il pubblico e non per la trasmissione di informazioni riservate, è stato subito disconnesso.

L'intrusione solleva dubbi sull'adeguatezza del sistema di comunicazioni email dell'Fbi. Infatti anche se i truffatori possono replicare con facilità false email fingendosi fonti e agenzie ufficiali, è abbastanza inusuale per un hacker riuscire a penetrare in un server governativo. «Il risultato dell'attacco poteva essere molto peggiore. Quando si ha il controllo di un account governativo come quello dell'Fbi, lo si può utilizzare come arma e usarlo per scopi maligni», hanno spiegato alcuni osservatori.

Per l'agenzia federale quindi un campanello di allarme da non sottovalutare; anche se gli hacker questa volta non hanno avuto accesso alle informazioni riservate, il prossimo tentativo potrebbe avere successo. E l'Fbi non può permettersi che questo accada.

SDA