Birmania: 25 morti negli scontri tra esercito e civili

SDA

4.7.2021 - 15:51

È di almeno 25 morti il bilancio degli scontri di questi giorni in Birmania tra l'esercito e civili che si oppongono al governo dei militari, nel centro del paese. Dal golpe del primo febbraio, quasi 900 persone sono morte nei disordini, ha denunciato una ong locale.
Keystone

È di almeno 25 morti il bilancio degli scontri di questi giorni in Birmania tra l'esercito e civili che si oppongono al governo dei militari, nel centro del paese. Dal golpe del primo febbraio, quasi 900 persone sono morte nei disordini, ha denunciato una ong locale.

SDA

4.7.2021 - 15:51

In alcune zone, i civili si sono organizzati in «gruppi di difesa» per combattere la giunta, il più delle volte usando fucili da caccia o armi fatte in casa. In particolare, la regione intorno a Saigaing (al centro) sta vivendo un aumento delle schermaglie tra questi gruppi ed i militari.

Ieri sono scoppiati scontri a Depayin Township. Secondo i residenti, i soldati arrivati con i camion hanno aperto il fuoco su un villaggio vicino alla giungla nel tentativo di cacciare i membri del gruppo di difesa locale.

«Abbiamo sentito l'artiglieria sparare 26 volte», ha detto un abitante del villaggio. «Hanno sparato a tutto ciò che si muoveva sulla strada e nel villaggio», ha aggiunto, affermando che tra le vittime c'erano civili.

SDA