Domande e risposte

Cosa significa la diffusione della variante Lambda?

tsha

29.8.2021

In Perù, la variante lambda è ora responsabile della maggior parte delle infezioni da Covid.
In Perù, la variante Lambda è ora responsabile della maggior parte delle infezioni da Covid.
KEYSTONE

Anche la variante Lambda si sta diffondendo in tutto il mondo ed è stata rilevata anche in Svizzera. Un nuovo studio dà ora motivo di preoccupazione.

tsha

29.8.2021

L'undicesima lettera dell'alfabeto greco indica ora anche una nuova variante del Covid-19: Lambda. Ecco cosa c'è da sapere sulla nuova mutazione.

Dove è stata individuata per la prima volta la variante Lambda?

Secondo l'OMS la variante Lambda del Covid è apparsa per la prima volta in Perù nel dicembre 2020. Il mutante, che è anche chiamato C.37, è stato nominato in giugno.

Quanti casi sono già noti?

In Perù, il presunto paese d'origine, la variante è responsabile di almeno il 70% delle infezioni. Lambda è stata ora rilevata in una trentina di altri Paesi, compresa l'Europa. Germania, Gran Bretagna e Spagna sono interessate. I primi casi sono stati segnalati anche in Svizzera.

L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) precisa a «blue News»: «Un totale di dodici casi di variante Lambda ci sono state segnalate dai risultati del sequenziamento del programma di sorveglianza». Questo nel periodo dal 28 settembre 2020 al 4 agosto 2021.

Quanto è pericolosa la mutazione?

Tutti i virus mutano regolarmente. La maggior parte dei cambiamenti ha poco o nessun effetto. Tuttavia, gli scienziati prestano particolare attenzione ad alcune varianti.

L'OMS divide quindi le mutazioni in due categorie: «Varianti di preoccupazione» e «Varianti di interesse». Le mutazioni Alfa, Beta, Gamma e Delta rientrano nella prima categoria, cioè quelle preoccupanti. La variante Lambda, invece, è classificata dall'OMS, per ora, come una variante da tenere d'occhio.

L'UFSP sta seguendo «lo sviluppo di questa e di altre varianti in stretta collaborazione con gli esperti che compilano le informazioni della ricerca e dei comitati internazionali sulla valutazione delle varianti», come specifica ancora a «blue News».

Le principali varianti del virus

«Varianti di preoccupazione»: Alpha (rilevato per la prima volta nel Regno Unito a settembre 2020), Beta (Sud Africa, maggio 2020), Gamma (Brasile, novembre 2020), Delta (India, ottobre 2020) .                                                                                                                              «Varianti di interesse»: Eta (vari paesi, dicembre 2020), Iota (Stati Uniti, novembre 2020), Kappa (India, ottobre 2020), Lambda (Perù, agosto 2020)                                                                                          Fonte: OMS

Un gruppo di ricercatori giapponesi chiede ora che Lambda venga classificata come variante preoccupante. È quello che scrivono in uno studio che è stato pubblicato come pre-print e riportato dal giornale tedesco «Der Spiegel». Gli studi pre-stampa non sono ancora stati sottoposti a peer-review da parte di altri scienziati.

Secondo lo studio, sono state osservate diverse mutazioni nella proteina spike della variante Lambda. Tre di esse potrebbero portare il virus a essere meno capace di essere neutralizzato dagli anticorpi. Altre due mutazioni renderebbero Lambda più contagiosa di altre varianti del virus.

Le vaccinazioni proteggono meno bene dalla Lambda ?

Secondo lo studio giapponese, le tre varianti nella proteina spike del virus, chiamate RSYLTPGD246-253N, 260 L452Q e F490S, sono la ragione per cui gli anticorpi sono meno efficaci nella lotta contro il mutante Lambda.

Se questo è vero, le vaccinazioni potrebbero essere meno efficaci contro il virus. Lambda potrebbe rappresentare «una potenziale minaccia per la società umana», «Der Spiegel» cita il ricercatore principale dello studio, Kei Sato dell'Università di Tokyo.

I ricercatori della NYU Grossman School of Medicine di New York sono giunti a una conclusione diversa. Il loro studio, che è anche una pubblicazione pre-print, afferma che la variante non ha una resistenza significativamente maggiore ai vaccini mRNA. Tuttavia, questo studio conclude anche che la variante Lambda è più contagiosa.

In Perù, dove - come abbiamo scritto - domina proprio questa variante, si usano soprattutto vaccini cinesi. Quanto questi siano efficaci contro il mutante non è ancora dato sapere, come ha detto alla trasmissione germanica «Tagesschau» il microbiologo Pablo Tsukayama, che ha isolato la variante Lambda in Perù per la prima volta.

I sintomi sono diversi in caso di infezione?

Secondo il microbiologo Tsukayama, attualmente non ci sono prove che i sintomi delle infezioni con la variante Lmbda differiscono da altre infezioni da Covid-19.