«Calci in faccia» Due bimbe ghanesi aggredite da un gruppo di razzisti in Germania

SDA

15.6.2024 - 08:04

A Grevesmühlen, in passato ci sono state proteste contro il centro per asilanti
A Grevesmühlen, in passato ci sono state proteste contro il centro per asilanti
Keystone

Nel nord-est della Germania «un gruppo di giovani» ha aggredito e insultato in maniera razzista due bambine ghanesi di otto e dieci anni. La più piccola è stata colpita a «calci in faccia» da uno degli aggressori che l'ha ferita «leggermente» ed è stata portata in ospedale.

15.6.2024 - 08:04

Lo scrive oggi il sito del quotidiano Die Welt sintetizzando informazioni della polizia e precisando che l'episodio è avvenuto «venerdì sera» a Grevesmühlen, nel Meclemburgo-Pomerania Anteriore.

Il gruppo era composto da «circa 20 persone», precisa il sito. «Quando i genitori delle bambine sono intervenuti, fino a otto persone hanno aggredito anche loro, ferendo leggermente il padre», viene aggiunto. E «anche dopo l'arrivo della polizia, una persona non identificata avrebbe insultato usando parole razziste le vittime. La bambina di otto anni e il padre sono stati trasportati in ospedale con un'ambulanza, ha spiegato la polizia».

Per l'aggressione di Grevesmuehlen si indaga per «violazione della quiete pubblica, lesioni personali aggravate, incitamento all'odio e ingiurie».

SDA