Calma relativa dopo giorni di rivolta

SDA

27.11.2021 - 08:38

Una strada di Honiara, capitale delle Isole Salomone.
Keystone

Una calma tesa è tornata nella capitale Honiara, dopo giorni di sommosse che hanno provocato almeno tre morti e ridotto aree della città a rovine fumanti.

SDA

27.11.2021 - 08:38

Una manciata di distributori di benzina, negozi e altre attività commerciali hanno iniziato a riaprire con cautela, con i residenti di Honiara intenti ad acquistare generi di prima necessità mentre i disordini diminuivano d'intensità.

Quella che era iniziata come una pacifica manifestazione mercoledì scorso si è rapidamente trasformata in un violento tutti contro tutti, con i residenti di Honiara che si sono uniti ai manifestanti anti-governativi infrangendo vetrine, saccheggiando i negozi e bruciando edifici.

Per tre giorni consecutivi, folle inferocite hanno attraversato la capitale chiedendo la rimozione del primo ministro Manasseh Sogavare.

Due anni di confini chiusi a causa della pandemia hanno lasciato a brandelli la già devastata economia delle Salomone, aggravando disoccupazione e povertà tra la popolazione di circa 800.000 persone.

SDA