Uomo sulla gru a Oerlikon

L'esperto: «Si è trattato di un serio grido di aiuto»

aru

17.5.2022

Einsatzkraefte verhandeln mit einem Mann, links, der auf einem Baukran am Bahnhof Oerlikon Feuer entfachte und Gegenstaende herunterwarf, am Dienstag, 17. Mai 2022 in Zuerich. (KEYSTONE/Michael Buholzer)
Un momento durante le trattative
KEYSTONE

Dopo dodici ore di ansia, l'uomo che ieri sera si era arrampicato su una gru nei pressi della stazione di Zurigo-Oerlikon e ha dato fuoco alla cabina, martedì mattina si è arreso. Come è riuscita la Polizia a convincerlo e dove si nascondono i pericoli di tali conversazioni?

aru

17.5.2022

Un uomo si è trincerato per oltre dodici ore su una gru non lontano dalla stazione di Zurigo-Oerlikon. Dopo aver appiccato diversi incendi e costretto allo stop le varie operazioni ferroviarie, nella tarda mattinata di martedì l'uomo è stato convinto a scendere.

Ma come ci è riuscita la Polizia e a cosa bisogna prestare attenzione quando si entra in contatto con queste persone? Lo psicoterapeuta Felix Hof riferisce a blue News che si tratta di una situazione molto impegnativa: «Perché non sai nulla delle motivazioni e della salute mentale di chi ti trovi davanti».

È importante procedere con molta delicatezza e cautela nello scambio diretto per poter conoscere la visione del mondo e le varie esperienze della persona: «Devi scoprire cosa vuole. Solo allora puoi tentare di convincerla a prendere decisioni diverse».

È necessario anche procedere molto lentamente per non sopraffare le emozioni: «Se è sotto stress, potrebbe anche reagire frettolosamente», dice infatti Hof.

«Devi scoprire cosa vuole. Solo allora puoi tentare di convincerla a prendere decisioni diverse»

Ciò che ha reso più difficile il lavoro degli agenti in questa occasione è stata la posizione in alto sopra i tetti di Zurigo. Condurre tali conversazioni in luoghi così esposti e pericolosi è «la più alta arte di negoziazione», come dice Hof.

Mostrati diversi comportamenti

Una chiara valutazione di ciò che l'uomo voleva mettere in atto con la sua azione è stato difficile, perché ha mostrato comportamenti diversi, spiega ancora Hof. «Con l'incendio doloso e il buttare giù le cose, l'uomo stava certamente cercando molta attenzione, che alla fine ha ricevuto».

«Questa azione è un serio grido di aiuto. L'uomo di certo non dovrà essere lasciato solo nel prossimo futuro», conclude Hof.